Il primo contatto tra Massimo Oddo e il Pescara? Cinque giorni fa! Così dice l'ex tecnico del Perugia

01.09.2020 19:50 di Redazione Perugia24.net   Vedi letture
Fonte: Luca Bargellini
Il primo contatto tra Massimo Oddo e il Pescara? Cinque giorni fa! Così dice l'ex tecnico del Perugia

E' iniziata con la consueta conferenza stampa di presentazione la seconda avventura di Massimo Oddo sulla panchina del Pescara. Ecco quanto evidenziato da PescaraSport24: "Sono molto amareggiato da quello che anche dei giornali hanno scritto un presunto accordo di mesi fa. Sono sempre stato una persona onesta e sincera, ho le prove sul telefono che la trattativa è iniziata 5 giorni fa. Non posso accettare che organi di stampa scrivano queste cose, la prossima volta agirò per vie legali. Ho dato tutto per il Perugia sino all'ultimo giorno. Chiudo così l'argomento e non ci torno più.

E' necessario avere fiducia e supporto della società per avere risultati, l'esempio è lo Spezia di quest'anno. La mia scelta verso Pescara è stata estremamente ponderata, presa con la consapevolezza di avere un ambiente che mi conosce bene, intendo dg e presidente, che possa difendermi e supportarmi nei momenti difficili che inevitabilmente ci sono in una stagione. Non chiedo protezione, ma la società mi conosce e ha dimostrato di volermi davvero. Obiettivi? Se la società vuole prendere giocatori importanti vuol dire che vuole fare le cose bene, ma non è una diretta conseguenza. In questo momento ci possiamo sol attenere alla realtà. Il Pescara si è salvato ai rigori e ai playout, se ne sono andati giocatori importanti e quindi l'obiettivo è ricostruire. La richiesta della società e la mia priorità ora è far giocare bene la squadra.

La sfida è il rischio non mi hanno mai spaventato. Non sono presuntuoso, ma credo in me stesso. Ho la consapevolezza di poter fare bene. Credo in me, nel mio staff e nel lavoro di campo. Non significa che mi reputo il migliore. Che Oddo ritrovate? Sono sempre lo stesso. Io farò tutto quello che bisogna fare per far ricostruire. Non ho paura di mettermi in gioco e confrontarmi in un ambiente dove ho fatto bene. Sotto questo punto di vista non sono cambiato. La ricetta per ricreare entusiasmo? I risultati. Conosco la mia città e so quello che vuole il tifoso pescarese. Divertirsi in primis. Fare un buon calcio aiuta a fare risultati. 4 anni fa era una storia, ora ne parte un'altra: non mi fisso sui moduli, ma sulla qualità del gioco.

La trattativa è nata 5 giorni va con un messaggio del presidente che mi chiedeva dove ero e di andare in ufficio. Che giocatori ho chiesto? Funzionali a ciò che vogliamo fare. Vedremo quali saranno le opportunità che offrirà il mercato, che sarà più difficile degli altri anni"