I Top&Flop della partita PERUGIA-PADOVA

11.11.2020 22:55 di Redazione Perugia24.net   Vedi letture
Fonte: Antonino Sergi
I Top&Flop della partita PERUGIA-PADOVA

Serviva dare un segnale forte al campionato ed il Perugia ha risposto presente. La squadra di Fabio Caserta vuole tornare subito in Serie B, è la favorita e lo ha dimostrato nel match contro il Padova che arrivava alla sfida del Curi avanti di tre punti in classifica e da capolista. Ne esce male la formazione di Mandorlini, spazzata via da un secondo tempo perfetto degli umbri che conquistano un pesante 3-0. Il tecnico dei biancoscudati decide di schierarsi a specchio, 3-5-2 e non 4-3-3 ma l'attacco è troppo leggero e non riesce mai a rendersi pericoloso dalle parti di Fulignati. Primo tempo piuttosto gradevole, giocato a buoni ritmi da entrambe le formazioni ma l'unico squillo è dei padroni di casa con un mancino di Bianchimano parato in tuffo da Vannucchi. Nella ripresa il primo gol nasce da un corner, destro di Melchiorri deviato con il tacco da Sgarbi che sblocca il punteggio. Poi è il Padova a complicarsi la vita, errore in uscita e pallone non perfetto toccato da Vannucchi sui piedi di Bianchimano per 2-0. Girandola di cambi che non sortiscono l'effetto desiderato da Mandorlini, entra Ronaldo che si fa espellere regalando il penalty al Perugia che non sbaglia nuovamente con Bianchimano. Vetta della classifica per i padroni di casa, brusco stop per il Padova.

Ecco i Top&Flop della sfida

TOP

Andrea Bianchimano (Perugia) - Murano non è in ottime condizioni, Caserta manda in campo l'ex Reggina e Catanzaro che non delude le attese. Si sobbarca il peso dell'attacco umbro, battaglia fin dai primi minuti con i centrali avversari e si intende abbastanza bene con Melchiorri. Sua la prima occasione della sfida, nella ripresa segna due gol di cui uno su penalty. La serata perfetta. ON FIRE!

Saber Hraiech (Padova) - In una serata di queste è difficile trovare il migliore in campo ma l'ex centrocampista del Carpi non ha demeritato. Schierato davanti alla difesa da Mandorlini, combatte con il coltello tra i denti dall'inizio alla fine. Tante scivolate, tanti palloni conquistati che per sua sfortuna non bastano per evitare la sconfitta. GUERRIERO!

FLOP 

Nessuno nel Perugia - Una prova di carattere e sostanza dall'inizio alla fine, anche quando si riusciva a creare poche palle gol. C'è la mentalità di Caserta, una squadra che ci ha messo qualche giornata a calcarsi nella nuova realtà ma che adesso comanda meritatamente la classifica.

Il secondo tempo del Padova - La scelta di Mandorlini non premia, ovvero quella di schierare l'attacco a due che non creano mai pericoli dalle parti di Fulignati. Ma nel secondo tempo crolla un po' tutto, il Padova fa incetta di palloni persi in uscita e il Perugia ne approfitta. Nessun tiro in porta, qualcosa è andato storto.