Le offerte dei parrocchiani di San Feliciano destinate anche al sesso virtuale: è l'ipotesi

03.08.2021 21:30 di Redazione Perugia24.net   vedi letture
Le offerte dei parrocchiani di San Feliciano destinate anche al sesso virtuale: è l'ipotesi

Incredibile la vicenda de parroco di San Feliciano di Magione (LINK per la storia) che è finito in carcere con accuse gravissime. Il sacerdote, secondo quanto emerso dalle indagini condotte dai carabinieri della compagnia di Termini Imerese e che riporta ilgiornale.it, avrebbe anche saputo impostare un gioco psicologico di dipendenza, oltre che di affetto, inducendo in tentazione le sue giovani vittime attraverso ricompense economiche, approfittando anche dei bisogni economici dei minorenni e delle loro origini umili. Il prete e la donna sono ora indagati per prostituzione minorile aggravata. Sempre in cambio di piccole somme di denaro, il sacerdote avrebbe ottenuto dalla madre il permesso di compiere atti sessuali a distanza con il figlio e avrebbe anche scambiato materiale pornografico tramite i social. Il religioso avrebbe pagato utilizzando anche i soldi delle offerte dei fedeli. Durante la telefonata finita agli atti avrebbe infatti spiegato la sua impossibilità al pagamento, a meno che non fosse arrivato qualcosa al di fuori del suo stipendio ordinario. Probabilmente - scruve ilgiornale.it - le offerte dei suoi parrocchiani.