"Tutte le gare sono difficili: il Carpi è una squadra giovane che corre molto e ci metterà in difficoltà"

13.03.2021 11:43 di Redazione Perugia24.net   Vedi letture
"Tutte le gare sono difficili: il Carpi è una squadra giovane che corre molto e ci metterà in difficoltà"

Le parole del tecnico del Perugia, Fabio Caserta, in conferenza stampa, prima della sfida Perugia-Carpi di domani, raccolte da Umbria Radio. “Non ho parlato – esordisce il tecnico – perché la società ha deciso in questo modo, non perché non lo volessi fare. Di quello che hanno fatto i ragazzi sono contento perché hanno lottato dal primo all’ultimo minuto. Ho trascorso queste due giornate come il resto del campionato, lavorando sodo. C’è rabbia perché non abbiamo portato a casa i punti ma la consapevolezza è quella di voler lottare come abbiamo fatto al Manuzzi e di non fare tabelle perché non servono a nulla. Quelle le fate voi giornalisti. Mi dispiace che sia stata valutata la partita solo in base al risultato. Abbiamo vinto gare dove abbiamo giocato molto peggio. Ho anche letto che è stato il cambio di modulo a farci pareggiare, ma forse non avete visto che abbiamo giocato a 3 dietro anche con Moscati in fase di non possesso. I risultati possono venire per tanti fattori. Di Noia si è fatto male nel riscaldamento alla caviglia, una distorsione,  e non credo sarà disponibile. Tutte le partite sono difficili per il Perugia. il Carpi è una squadra molto giovane che corre molto e ci metterà in difficoltà. Noi giochiamo ogni tre giorni con tutte le conseguenze del caso nel recupero e nella preparazione della partita. Vedendo come giocano mi aspetto una gara a viso aperto, poi come sarà lo vedremo domani. L’importante è quello che faremo noi, è dare sempre il 100% e so per certo che questo avviene sempre da parte dei ragazzi. Poi se gli altri sono più bravi significa che non saremo ancora maturi e dovremo migliorare in alcuni aspetti. Questa squadra la sento mia perché ciò che chiedo a loro lo fanno e se commettono errori è per mia responsabilità. Abbiamo passato una prima parte difficile ma poi abbiamo imboccato la strada giusta con il lavoro. La società non mi ha chiesto di stare primi in classifica a novembre o a marzo, ma di fare un campionato importante.  Nelle ultime 3 partite abbiamo avuto una flessione di punti ma non mi devo fermare su questo. Devo analizzare ciò che bisogna migliorare”.