Massimo Oddo si presenta con le idee chiare "Questo Perugia ha i valori per vincere queste tre partite"

22.07.2020 13:30 di Redazione Perugia24.net   Vedi letture
Fonte: Antonello Menconi
Massimo Oddo si presenta con le idee chiare "Questo Perugia ha i valori per vincere queste tre partite"

Dopo l'esonero avvenuto alla fine del girone di andata, Massimo Oddo torna da venerdì sera sulla panchina del Perugia per inseguire la salvezza, succedendo a Massimo Oddo. “Quando mi ha chiamato domenica il presidente Santopadre per chiedermi se avessi dato la disponibilità a tornare a Perugia non ho esitato sia perché sono un professionista e non di meno – ha detto il tecnico - per il fatto che credo fermamente in questi ragazzi e nella possibilità di raggiungere la salvezza. La squadra sta fisicamente bene e ha i valori per poter vincere tutte e tre le partire che ci rimangono da giocare. Con il cambio dell'allenatore ci sarà una reazione immediata e questo credo sia normale. Non mi si venga a dire che questa squadra non ha mentalità per lottare per un obiettivo diverso da quello iniziale e quindi non ha la mentalità per lottare per la salvezza, perché questa è pura retorica, visto che i giocatori devono andare in campo per vincere e pensare a questo e non ad altro”. Oddo ha detto che farà le proprie scelte sui chi mandare in campo “in base soprattutto all'aspetto mentale più che quello tecnico. Devo valutare – ha aggiunto - chi sta meglio fisicamente. In base a come stanno e dove questi giocatori possono rendere al massimo ne scaturirà il modulo da mettere in campo. Il mio stato d'animo è di un allenatore che non vuole guardare a quello che è successo nei mesi scorsi, perché in questo momento conta solo la salvezza del Perugia. Il nostro unico obiettivo è di non perdere energie per pensare a quello che è stato. Il futuro si scrive tramite il presente. Il mio motto sarà sempre quello che non c'è futuro senza presente”. Oddo ha detto che “l'impegno di queste ore è di far capire ai giocatori che loro fanno il lavoro più bello del mondo e pensare a divertirsi. Tutte le squadre hanno dei difetti, ma dobbiamo pensare solo a noi stessi e pensare a divertirci. In questi momenti una pesantezza di testa rischia di farti commettere degli errori. I giocatori devono capire che hanno la possibilità di fare qualcosa di importante in questa stagione. In questi momenti conta tanto la personalità e cercherò di mettere giocatori c'è bisogno di tutti. Devono mettersi a disposizione tutti allo stesso modo. Conta la maglia ed è vietato crearsi alibi”. Il tecnico ha detto che “l'Entella è un avversario che sta bene. Non ha grossi problemi per doversi guardare dietro, ma solo avanti e sperare ancora di lottare per inserirsi in zona playoff. Hanno il vantaggio di un campo piccolo e veloce, ma noi dobbiamo pensare a noi stessi. Ho trovato la squadra che sta bene ed anche se non so come hanno trascorso questi mesi, io so come ho trascorso il tempo con loro prima e non ci sono mai stati problemi. Ho sentito alcuni giocatori in questo periodo, perché oltre all'aspetto calcistico c'è l'aspetto umano. Mi dispiaceva per loro e per Cosmi, perché conosco il suo valore, ma sentendoli ho fatto da supporto psicologico. Per un allenatore per far bene ci sono tante componenti e non conta solo il valore tecnico. Ora mi sento in dovere di mettere a disposizione la mia personalità, sapendo che ho la squadra più forte del campionato e con sincerità dico che non vivo di rimpianti per quello che avevo. Le partite del Perugia le ho viste e ho seguito e so vita, morte e miracoli di questa squadra”. Contro l'Entella mancherà Di Chiara, che ha chiuso la stagione dopo l'infortunio muscolare rimediato contro la Cremonese.