La lettera sulla struggente mattinata alla scuola di Piscille nel dolore per la morte di Pierluigi

14.03.2024 20:30 di Redazione Perugia24.net   vedi letture
La lettera sulla struggente mattinata alla scuola di Piscille nel dolore per la morte di Pierluigi

La dirigente scolastica dell'Istituto tecnico di Piscille, Fabiana Cruciani, ha voluto partecipare con una lettera al dolore per la morte dell'alunno Pierluigi Pescatori, deceduto in seguito all'incidente stradale di ieri. "Una mattina “normale” di marzo. Una mattina “normale” di sguardi assonnati, indolenti, divertiti, di spintoni e risate di ragazzi che entrano a scuola. Una mattina “normale” che viene interrotta da una notizia che irrompe, che interrompe, che viene a spezzare brutalmente quella nostra quotidiana, rassicurante, banale normalità. Ci siamo guardati negli occhi, ci siamo sostenuti senza dircelo e i nostri sguardi, in cerca di taciti conforti, raccontavano che la vita è così forte che attraversa i muri per farsi vedere, la vita è così vera che sembra impossibile doverla lasciare. E ci abbiamo creduto contro ogni logica perché non è “normale” e non è nemmeno umanamente accettabile lasciare in mezzo a una strada i sogni di un diciassettenne che va a scuola in una “normale” mattina di marzo. Pensieri, parole “rosse come il sangue, nere come la notte”, domande che non trovano risposte perché anche questa è la vita che ci sorprende e che ora ci toglie il fiato, ci ammutolisce per il dolore della morte di Pierluigi. E ci tornano in mente i sogni interrotti di tutti quei ragazzi con i quali abbiamo percorso un pezzo di strada, i loro volti eternamente giovani e la voglia di dire loro “sogna, ragazzo, sogna, passeranno i giorni, passerà l’amore, passeran le notti, finirà il dolore, sarai sempre tu”. Grazie Pierluigi per il tempo trascorso insieme. Un pensiero di vicinanza e amore alla mamma, alla sorella e alla famiglia di Pierluigi da parte di tutta la comunità scolastica del Volta".