Indistruttibile! Lorena non finisce mai! Seconda nei 100 km di steppa del Magraid in meno di 13 ore!

22.06.2021 21:33 di Redazione Perugia24.net   vedi letture
Fonte: Antonello Menconi
Indistruttibile! Lorena non finisce mai! Seconda nei 100 km di steppa del Magraid in meno di 13 ore!

Una donna che a dir poco va ritenuta indistruttibile? In Umbria non può che essere lei, Lorena Piastra, in forza alla Tx Fitness Perugia, che nella 100km del Magraid, nella steppa, è giunta seconda assoluta, correndo dalle 23.30 del sabato per quasi 13 ore. Con lei c'era il compagno di vita e di corse Massimiliano Sfondalmondo, che però si è dovuto arrendere. Vittima di un fastidioso caldo umido notturno e dei crampi dopo appena 24 km. Poi l'abbraccio a Lorena sul traguardo, nel cuore della mattina successiva. L’edizione 2021 di Magraid si è conclusa con un bilancio davvero positivo. La manifestazione organizzata dall’A.S.D. Triathlon Team, che ormai da 14 anni promuove il territorio dei Magredi friulani con la corsa nella steppa, ha visto la partecipazione di più di 400 atleti che hanno preso parte alle diverse distanze in programma nella due giorni. La gara aveva preso parte dalla centrale piazza della Vittoria di Cordenons (PN) alla volta del sito magredile, con partenze scaglionate per sicurezza. Tra gli atleti della 100km, il primo ad arrivare, domenica mattina attorno alle 8:30, è stato Mattia Malusa dell’A.S.D. Zero D+, che ha concluso la sua performance in 09:05:47, seguito da Ivan Cudin, campione europeo della 24 ore e tre volte vincitore della Spartathlon con il tempo di 10:41:31, e Ajet Mani dell’Atletica Monfalcone che ha chiuso la sua gara in 11:01:29. Tra le donne per la 100km, la prima classificata è stata Lorena Brusamento (G.S. Gabbi), entusiasta del percorso che ha apprezzato in particolar modo nelle ore notturne. Per lei un ottimo crono di 10:44:42. Al secondo posto Lorena Piastra, presenza storica a Magraid, che quest’anno ha concluso il percorso in 12:49:39. Terza classificata Tiziana Michelizza, giunta al traguardo in 14:31:56. Per tutti, grandi complimenti, ma l'Umbria non può che essere orgogliosa di Lorena, che continua a scrivere pagine storiche nella corsa, come nessuna aveva mai fatto prima di lei.