Umbria sconvolta dalla morte del calciatore di 24 anni sul Subasio

12.01.2023 12:24 di Redazione Perugia24.net   vedi letture
Umbria sconvolta dalla morte del calciatore di 24 anni sul Subasio

Una tragedia immane. A 24 anni è morto Davide Piampiano di 24 anni, colpito ieri pomeriggio da un proiettile nel corso di una battuta di caccia ieri pomeriggio in zona Fosso delle Carceri ad Assisi. Nato e cresciuto ad Assisi, era a caccia con alcuni amici alle pendici del Subasio con una squadra di cacciatori di cinghiali o cervi. Anche il mondo del calcio è rimasto sconvolto, essendo lui un giocatore del Viole, squadra di Promozione. Proprio ieri sera era atteso all'allenamento, quando nel mentre della seduta è arrivata la notizia della sua morte che ha sconvolto tutti in un pianto ininterrotto. Era conosciutissimo anche perchè la sua famiglia gestisce un’attività ricettiva, dove lui stesso lavorava ed era anche un dj. Era poi un partaiolo della nobilissima Parte de Sopra. Ancora da chiarire la dinamica del tragico incidente al quale sta indagando il sostituto procuratore Mara Pucci, giunta sul posto assieme al medico legale Linda Bartocci e ai carabinieri della compagnia di Assisi. Sul luogo dell’incidente sono arrivati anche gli addetti del Sasu, il Soccorso alpino e spoleologico dell’Umbria gli addetti del 118, ma purtroppo sin da subito si è capito che non c'era niente da fare ed ogni tentativo è risultato vano. Eppure, Davide ha provato fino all’ultimo a sopravvivere, ha avuto il tempo di chiamare aiuto al telefono ad un amico implorando di raggiungerlo e di aiutarlo a non morire. I partecipanti alla battuta sono stati sentiti sul posto e le loro testimonianze sono al vaglio del magistrato e degli investigatori. Le armi e le cartucce di ognuno sono state sequestrate. Tra gli elementi in corso di approfondimento - da quanto si legge sulla stampa - anche l’orario in cui si stava svolgendo la battuta, dal momento che la squadra potrebbe aver sforato gli orari consentiti dalla legge. Il corpo di Davide è stato trasferito all’ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia dove sarà eseguito l’esame autoptico.