"Vincere il derby sarebbe una cosa roboante, oltre a migliorare la classifica..."

17.09.2022 13:09 di Redazione Perugia24.net   vedi letture
"Vincere il derby sarebbe una cosa roboante, oltre a migliorare la classifica..."

Il Perugia cerca domani nel derby umbro con la Ternana la seconda vittoria di fila dopo quella contro l’Ascoli. Anche se il tecnico Fabrizio Castori, di San Severino Marche, in occasione della conferenza stampa di presentazione del match è apparso profondamente scosso dall’alluvione che in queste ore ha colpito la propria regione. “Dopo il terremoto questa è un’altra calamità, una cosa triste che ci tocca profondamente. Ho tanti amici che mi hanno mandato i video – ha detto – e questa è una cosa davvero brutta, alla quale è impossibile non pensare e sono vicino alle famiglie delle vittime”. Ha poi parlato della partita di domani (ore 16.15) a Terni. “Non è facile, ma bisogna andare avanti e il rapporto con i tifosi per una squadra è molto importante, sappiamo quanto loro tengono al derby – ha sottolineato - e mi pare che siano stati creati i presupposti per cementare l’aspetto motivazionale, anche se il derby basterebbe anche da solo a livello di motivazioni. A me non interessa come la Ternana approccerà questa partita il Perugia. Abbiamo lavorato molto sotto l’aspetto tattico in questa settimana e mi interessa che i ragazzi comprendano sempre meglio i tempi e gli automatismi che permettono di concedere sempre meno agli avversari e di creare sempre di più in fase offensiva. Strizzolo e Angella sono tra i convocati, ma non so se farò dei cambi e comunque non mi piace anticipare nulla anche per tenere tutti sulla corda e poi la Ternana non ha certo bisogno di vantaggi. Ci vorrebbe un risultato positivo, perchè ottenerlo in un derby sarebbe una cosa roboante, oltre a migliorare la classifica. Tutti vorrebbero vincere e questa partita andrà affrontata al massimo sotto tutti i punti di vista”. Castori ha detto che “il Perugia contro l’Ascoli è andato al tiro qualcosa come 16 volte, c’è questa moda di sottovalutare sempre l’avversario e quello che ha saputo fare in campo, fatemi dire che non va bene. Ma questa con la Ternana è tutta un’altra partita, visto che i rossoverdi sono una squadra a vocazione offensiva, dovremo essere bravi a limitarli e capitalizzare le occasioni. Per me questa partita potrà essere anche spettacolare, visto che si prepara una strategia a livello tattico – ha concluso - e poi si finisce per giocare con il cuore e la spinta emotiva supera l’aspetto motivazionale”.