Questa può essere una buona idea per il centro di Perugia: rendere gratuiti i parcheggi con strisce blu

26.11.2020 07:46 di Redazione Perugia24.net   Vedi letture
Questa può essere una buona idea per il centro di Perugia: rendere gratuiti i parcheggi con strisce blu

Sostenere ed incentivare le attività commerciali del territorio comunale che si trovano in zone di parcheggi con strisce blu

che, a fronte dell’attuale emergenza sanitaria, hanno avuto meno opportunità lavorative.

E’ quanto contenuto nell’ordine del giorno dei consiglieri del Gruppo Lega Luca Valigi e David Bonifazi che propongono al sindaco Andrea

Romizi ed alla Giunta di “mettere in campo misure che consentano di agevolare in tale difficile fase tutte le attività commerciali che si

trovano nelle aree più svantaggiate della città”. Si legge nella nota che porta la firma dei consiglieri: “Fondamentale

sostenere i nostri commercianti che con le loro storiche attività, già con l’attuale emergenza sanitaria ed economica legata al Covid 19 si

trovano in una condizione di notevole disagio dovuta al calo dei fatturati che, anche a fronte delle misure insufficienti sinora adottate

dal Governo a sostegno di queste ultime, corrono il rischio di non trovare più le risorse necessarie per far fronte ai costi necessari al

mantenimento delle proprie attività. L’attuale emergenza sanitaria legata al Covid, unitamente alle

molteplici problematiche che ha causato sull’intero sistema nazionale sotto svariati punti di vista, ha senza dubbio comportato anche un

importante pregiudizio per i tanti commercianti locali, in particolar modo per quelli che hanno la vendita al dettaglio in aree dove sono

presenti solo parcheggi con parcometro.

Molti sono gli utenti – si legge – che in una fase particolarmente

difficile come quella in cui ci troviamo, preferiscono magari recarsi

per fare acquisti in zone dove la sosta non è a pagamento, a discapito

quindi di tutte quelle attività, anche storiche, che invece si trovano

su aree di parcheggio con strisce blu dove è possibile sostare solo

pagando la relativa sosta”.

Prosegue la nota: “A tale proposito, proprio al fine di sostenere

predette attività, si chiede che venga emessa nell’immediato

un’ordinanza dirigenziale, analoga a quella della prima fase

epidemiologica, volta a rendere gratuito, quantomeno nel periodo

natalizio per il mese di dicembre, l’utilizzo dei parcheggi con

parchimetro in prossimità delle attività al dettaglio.

Inoltre, si ritiene necessario che venga raggiunto, tra

l’amministrazione comunale e la società concessionaria Sipa Spa (ora

SABA) che gestisce le aree adibite gli autoparcheggi della città e le

aree adibite a parcometri, un sistema volto a consentire ai titolari

delle attività interessate la possibilità di garantire la sosta gratuita

ai clienti che intendono recarsi a fare acquisti.

In qualità di amministratori comunali – aggiungono i consiglieri –

abbiamo il dovere di cercare di tutelare nella miglior maniera possibile

le tante storiche attività presenti in città e che in questa difficile

situazione risultano sicuramente maggiormente penalizzate rispetto ad

attività concorrenti che non si trovano in aree dove la sosta è a

pagamento”.

Secondo i consiglieri comunali della Lega “garantire ai clienti delle

attività interessate la possibilità di fruire gratuitamente dei

parcheggi con strisce blu costituisce sicuramente un incentivo maggiore

allo sviluppo del commercio in dette aree oltre che un contributo,

seppure di modico valore, ai tanti negozianti perugini. Peraltro, in

precedenza, svariati sono stati gli incontri dell’amministrazione

comunale con i cittadini e le associazioni del centro e dei quartieri

limitrofi dove più volte è stata contestata l’eccessiva onerosità delle

tariffe della sosta e che l’adozione di un’opportuna scontistica avrebbe

avuto un effetto non trascurabile sull’attrattività delle zone di

interesse. A livello tecnico pratico – concludono – dovrà quindi essere

messa a punto la modalità migliore per raggiungere con SABA questo

accordo consentendo così di parcheggiare gratuitamente per potersi

recare a fare acquisti nei negozi circostanti”.