Perugia si è fermata in segno di lutto per le vittime da coronavirus "Non perdiamoci d’animo e diamoci forza"

31.03.2020 15:05 di Redazione Perugia24.net   Vedi letture
Perugia si è fermata in segno di lutto per le vittime da coronavirus "Non perdiamoci d’animo e diamoci forza"

Anche la città di Perugia ricorda e rende onore alle tantissime vittime della pandemia da Covid-19. Il capoluogo umbro lo ha fatto questa mattina, accogliendo l’iniziativa lanciata dal presidente della Provincia di Bergamo, poi condiviso da Unpi e Anci, riservando nel corso di una breve, ma intensa cerimonia alle ore 12 un minuto di silenzio in ricordo delle vittime ed esponendo le bandiere a mezz’asta. Presenti il sindaco Andrea Romizi, l’assessore Luca Merli, il comandante della polizia locale Nicoletta Caponi e due agenti della municipale. “Oggi, noi sindaci italiani – ho dichiarato il sindaco Andrea Romizi - ci siamo ritrovati davanti ai nostri municipi, con la bandiera italiana a mezz’asta in segno di lutto per tutte le vittime e di vicinanza alle comunità colpite dal coronavirus. In silenzio, abbiamo dedicato un pensiero a quelle persone che non ci sono più e abbracciato idealmente le famiglie che hanno perso i loro cari. La nostra città si sta dimostrando unita, solidale e generosa. Ma dobbiamo continuare. Continuiamo a osservare tutte le regole e in particolare a usare l’isolamento sociale come scudo per arginare il virus. Non abbassiamo la guardia. Non perdiamoci d’animo e diamoci forza. Insieme lavoreremo per restituire a noi e alle nostre comunità una stagione di nuove speranze”. Anche la Regione Umbria ha accolto oggi  l’appello lanciato dall’Anci in segno di lutto per ricordare le persone decedute nell’emergenza Coronavirus e in segno di solidarietà nei confronti delle loro famiglie. Le bandiere all’ingresso di Palazzo Donini dalle 12 sono state esposte a mezz’asta ed è stato osservato un minuto di silenzio.