Per gli studenti si va verso un esame di maturità con sole prove orali in presenza

22.01.2021 20:30 di Redazione Perugia24.net   Vedi letture
Per gli studenti si va verso un esame di maturità con sole prove orali in presenza

Si va avanti sul piano di individuazione della miglior soluzione per gli esami di maturità 2021. Ancora non si sa, ma di certo sarà un «esame serio e non light». Alla ministra Azzolina la definizione “light” “non piace” e ci tiene a ribadire che sarà un esame vero, qualificante. Organizzato come? A Viale Trastevere non si è deciso ancora niente ma si riflette ascoltando anche la voce di consulte degli studenti, famiglie e sindacati. L’ ipotesi più accreditata sembra però proprio quella definita dai ragazzi ‘maturità light’, ovvero, come nel 2020, un maxi orale e niente prove scritte. Ma lo sbarramento per l’ammissione all’esame, a differenza dell’anno scorso, potrebbe farsi più severo. L’esame si terrà in presenza, pur con tutte le accortezze del caso. Lo scenario più realistico vede la riproposizione di un colloquio orale piuttosto lungo, circa un’ora, nel quale ci saranno anche prove pratiche, per compensare l’assenza della prima e della seconda prova scritta, troppo difficili di questi tempi. Quello che è certo è che debutterà il ‘curriculum dello studente’, un documento allegato al diploma, che dovrà contenere l’elenco delle competenze e delle esperienze dello studente. Era stato previsto dalla riforma della Buona scuola del governo Renzi nel 2015 ma l’applicazione era sempre slittata.