Che storia! "Dovevo smettere di correre, ma grazie al mio ortopedico di fiducia posso ora sognare i mondiali di Goteborg 2022"

26.01.2021 16:47 di Redazione Perugia24.net   Vedi letture
Fonte: Antonello Menconi
Che storia! "Dovevo smettere di correre, ma grazie al mio ortopedico di fiducia posso ora sognare i mondiali di Goteborg 2022"

Una vicenda tutta da raccontare. Quella che è capitata all'atleta perugino Matteo Tognoloni, tesserato per l'Atletica Volterra. Nel 2020 era pronto per partecipare ai campionati europei dopo un intenso anno di preparazione, per poi vederli annullati a causa del Covid-19. Lo scorso mese di maggio è poi sopraggiunto un dolore al ginocchio, tale da costringere ad interrompere l'attività. Dall'esame strumentale risultava una piccolissima lesione cartilaginea con conseguente edema osseo. Nessuna buona notizia dalle visite fatte con specialisti a livello nazionale (dai quali la triste notizia di dover smettere di gareggiare e anche di correre, con conseguente ripercussione psicologica personale: stessa sentenza del 2012 con l'altro ginocchio). L'unica speranza veniva ancora solo e sempre dall'ortopedico di fiducia dell'atleta, il dottor Nicola Voglino, secondo il quale quel gran dolore e l'impedimento non poteva essere causato da quella lacerazione cartilaginea (assicurando che probabilmente sarebbe stato ancora un problema al menisco mediale). Così a distanza di sette mesi dalla precedente ecco la prescrizione di una nuova risonanza, dalla quale emerse oltre alla cartilagine anche la lesione meniscale del corno mediale, rendendo merito alla professionalità dello stesso dottor Voglino, avvalorando la sua intuizione. "Bene, questo a dimostrazione della mia immensa fiducia a questo professionista - ammette Matteo - che oltre ad essere diventato un'amico è anche un punto di riferimento con il quale si ottengono insieme i risultati. Oggi posso dire che mi ha ridato la vita due volte facendomi tornare alla mia passione e soprattutto facendomi cullare il sogno di esserci ai mondiali 2022 di Goteborg".