Tra Passignano e Magione c'è la diatriba per due canestri (di proprietà del Comune) "regalati" e mai restituiti!

11.03.2024 17:57 di Redazione Perugia24.net   vedi letture
Fonte: Antonello Menconi
Tra Passignano e Magione c'è la diatriba per due canestri (di proprietà del Comune) "regalati" e mai restituiti!

E' una vicenda davvero singolare, per quanto curiosa. E forse c'è pure dell'altro. Ebbene, tra Passignano e Magione da alcune settimane va avanti la disputa per due strutture con canestri da basket (che hanno un valore economico di poche migliaia di euro), di cui non si riesce a riportarli nel posto dovuto. Ebbene, la vicenda ha origini addirittura una quindicina di anni fa. Ovvero quando l'allora squadra di basket di Magione, allora presieduta da Valentino Pesciarelli, cessò la propria attività dopo alcune stagioni di attività al Palasport, dove ovviamente c'erano anche i due canestri. Ebbene, da quanto risulta (anzi... che non risulta, visto che non sembrano esserci carte ad avvalorare ciò) l'allora sindaco di Magione Massimo Alunni Proietti decise di "accontentare" il Basket Passignano (un'associazione sportiva di carattere ovviamente privatistica) allora presieduta da Sandro Pinaglia e di trasferire i canestri del Palazzetto dello Sport di Magione (dove non venivano più utilizzati) in quello di Passignano, in maniera amichevole e forse per questo superficiale, trattandosi di un bene pubblico), privando Magione di attrezzature inventariate al Comune e quindi anche le classi scolastiche della possibilità di svolgere pallacanestro proprio per la mancanza di tali canestri. Si arriva allo scorso 2 marzo, quando il Basket Passignano ha di fatto la re-inagurato il palazzetto Passignano alla presenza del sindaco Sandro Pasquali, ma di riportare questi canestri a Magione non se ne parla. Anche perchè, nel frattempo, è stata creata nei mesi corsi la Pallacanestro Magione guidata dal presidente Gianluca Cancelloni, che lo scorso novembre ha protocollato una richiesta ufficiale al Comune di Magione per riportare i canestri al loro posto originario, ma ancora si spetta una risposta. Vedremo quali saranno gli sviluppi. Tra l'altro la Pallacanestro Magione ad oggi non può utilizzare il palazzetto, costringendo i ragazzi ad allenarsi e giocare nella ridotta palestra della scuola od in posti, diciamo, adattati.