Nessuno in Italia come Andrea Scanzi! E' ancora lui il giornalista più seguito in assoluto

14.07.2020 00:48 di Redazione Perugia24.net   Vedi letture
Fonte: Antonello Menconi
Nessuno in Italia come Andrea Scanzi! E' ancora lui il giornalista più seguito in assoluto

Nessuno come Andrea Scanzi. Un fenomeno mediatico come non se ne vedevano da decenni in Italia. Anche in giugno, come da tre mesi a questa parte, c'è lui in testa alla classifica dei giornalisti più attivi sui social, stilata da Sensemakers per Primaonline.it sulla base dei dati di Shareablee. Il giornalista di Arezzo è primo con 7,1 milioni di interazioni (like, commenti condivisioni) e Nicola Porro, secondo con 1,9 milioni. Le rilevazioni di giugno di Sensemakers costituiranno certamente un altro motivo di orgoglio per Scanzi, visto che sono suoi tutti e dieci i ‘best performing post’, quelli cioè che hanno totalizzato il maggior numero di interazioni (vedi la seconda tabella). Il giornalista del Fatto Quotidiano ha appena dato alle stampe l’instant book ‘I cazzari del virus’, scritto a tambur battente nelle settimane del lockdown ed edito da Paper First, che promette di replicare il record di vendite del suo precedente libro, ‘Il cazzaro verde’, una lunga invettiva contro Matteo Salvini. Al terzo posto, con 1,5 milioni di interazioni, Enrico Mentana, in passato sempre abbondantemente in testa alla classifica, ma ora alquanto distaccato. Il direttore del Tg La 7 ed editore del giornale online Open usa un linguaggio popolare senza mai essere violento o volgare e questo forse lo penalizza in un periodo di forti contrapposizioni come l’attuale. Mentana è penalizzato anche dal fatto che non pubblica video sui social, a differenza di Scanzi, che con i suoi filmati totalizza 27,5 milioni di visualizzazioni su Facebook e YouTube (dove ha aperto un canale in maggio), e di Porro che ne totalizza 6,2 milioni. Si conferma in quarta posizione, con 1,1 milioni di interazioni, Marco Travaglio, che quanto a linguaggio aggressivo non è secondo a nessuno, e questa è una caratteristica che piace molto ai suoi fan sui social – 1,7 milioni su Facebook, 1,5 milioni su Twitter – dove Travaglio comunque si limita di solito a condividere i post del Fatto Quotidiano. Al quinto e sesto posto si piazzano due giornalisti sportivi esperti di calciomercato, che in giugno è ripreso alla grande assieme al campionato: Gianluca Di Marzio di Sky Sport e Alfredo Pedullà del canale tv Sportitalia. Sono specializzati nello sport anche Fabrizio Biasin, caporedattore del quotidiano Libero, nono, e Romeo Agresti, corrispondente della Juventus per Goal.com, che entra per la prima volta in classifica al 14esimo posto. Un’altra new entry è Saverio Tommasi, settimo. Personaggio eclettico, ha lavorato in teatro per quasi un decennio come attore e autore; ha scritto libri di successo, come ‘Siate ribelli, praticate gentilezza’ e ‘Sogniamo più forte della paura’, entrambi editi da Sperling & Kupfer, e da alcuni anni è giornalista d’inchiesta e video reporter a Fanpage, il quotidiano online diretto da Francesco Piccinini. Entra nella top 15 per la prima volta anche Massimo Gramellini, vicedirettore ed editorialista del Corriere della Sera, undicesimo con 214mila interazioni, cifra relativamente bassa, compensata però da più di 4 milioni di visualizzazioni dei suoi video, tra cui spiccano i monologhi, ‘Dedica’ e ‘Buonasera’, trasmessi su Rai3 e ripubblicati su Facebook e YouTube.