Incredibile storia! Stazionava davanti all'Eurospin ed ora lo ha assunto l'Obi dopo aver sventato un furto!

19.07.2020 04:00 di Antonello Menconi   Vedi letture
Incredibile storia! Stazionava davanti all'Eurospin ed ora lo ha assunto l'Obi dopo aver sventato un furto!

A Castiglione del Lago lo conoscono tutti. Se lo ricordano come un bravissimo e simpatico ragazzo. Uno che si era fatto conoscere stando davanti alla porta di ingresso dell'Eurospin ad aiutare e ad indirizzare i clienti, dando una mano a chi era in difficoltà in cambio di qualche spicciolo. Il suo nome è Iboyi Godsent e dopo aver lasciato la cittadina lacustre si era trasferito ad Arezzo, stazionando davanti allo store Obi, cercando di vendere fazzoletti a clienti e avventori. Poi la svolta di una vita. L’uomo di origini nigeriane ha sventato un furto con coraggio ed abilità, non esitando a bloccare un uomo in fuga con la merce sottratta al punto vendita, compiendo un encomiabile gesto di responsabilità civile, che gli è valso, oltre al pubblico riconoscimento del Questore della città, un posto di lavoro. L’ambulante infatti è stato chiamato per un colloquio dal responsabile dello store ed è stato immediatamente assunto dal gigante di prodotti per bricolage e giardinaggio. "Obi Italia – si legge in una nota dell'azienda – ha deciso di assumere, presso il suo punto vendita, Iboyi Godsent che due settimane fa ha sventato un furto al negozio di Arezzo. Il cittadino nigeriano, di fronte al tentativo di furto, non ha minimamente esitato nel bloccare l’uomo in fuga con la merce sottratta al punto vendita, compiendo un encomiabile gesto di responsabilità civile, che gli è valso anche il pubblico riconoscimento del questore della città. Obi è lieta di poter ufficializzare l’ingresso nel proprio team di lavoro di Iboyi Godsent, che con la sua presenza discreta all’esterno del punto vendita, ha saputo negli anni instaurare rapporti amichevoli con i clienti e i dipendenti del negozio". Era accaduto il 3 luglio scorso: Iboyi, 40 anni, si trovava come ogni giorno di fronte all'ingresso del negozio. Ad un certo punto si era accorto che L.L., 48enne con numerosi precedenti di polizia, era uscito fugacemente con diversi oggetti sottratti senza pagare dagli scaffali. Gli si era avvicinato, aveva chiesto spiegazioni e aveva tentato di fermarlo. Per tutta risposta il ladro aveva iniziato a malmenarlo. Un parapiglia terminato con la fuga del 48enne costretto a lasciare la refurtiva sul posto e scappare a mani vuote. Secondo quanto ricostruito dalla polizia, ad insospettire Iboyi era stato il fatto che l'uomo "dopo essere entrato con una borsa palesemente vuota era uscito poco dopo, dall’apposito varco riservato a chi esce “senza acquisti”, con la medesima borsa molto più “gonfia” di prima". All'interno c'erano diserbanti e prodotti per la piscina per un valore di circa 140 euro. Gli agenti della Squadra Mobile avevano trovato all’interno della sacca anche un cellulare grazie al quale è stato possibile identificare e rintracciare l'autore del reato che è stato poi arrestato per rapina. Un bel gesto e un bell'esempio per l'Italia intera.