Tre punti in meno al Cannara in classifica? La Pianese vuol rigiocare la gara persa in campo e il 28 aprile si discute il ricorso al Coni!

20.04.2021 12:30 di Redazione Perugia24.net   Vedi letture
Fonte: Antonello Menconi
Tre punti in meno al Cannara in classifica? La Pianese vuol rigiocare la gara persa in campo e il 28 aprile si discute il ricorso al Coni!

Non è finita... la gara Cannara-Pianese (terminata 2-0 sul campo) dello scorso primo novembre 2020 valevole per il Girone E della Serie D. Il club toscano ha presentato ricorso ricorso al Collegio di Garanzia del Coni contro la Federazione Italiana Giuoco Calcio (FIGC), la A.S.D. Cannara e nei confronti della Lega Nazionale Dilettanti (LND) e del Dipartimento Interregionale LND, per l'annullamento della decisione n. 030/CSA/2020-2021, adottata dalla Corte Sportiva d’Appello FIGC in data 14 dicembre 2020 e notificata in pari data, nonché della decisione assunta dal Giudice Sportivo Nazionale presso il Dipartimento Interregionale LND, pubblicata sul C.U. n. 52 del 16 novembre 2020, con le quali è stato convalidato il risultato della gara valevole per il Campionato di Serie D, Girone E, Cannara-Pianese, disputata in data 1° novembre 2020, e respinta la richiesta di ripetizione della gara stessa da parte del Giudice Sportivo stesso. L’episodio, contestato dalla squadra senese è riferito al 10’ del primo tempo, quando l’arbitro Russo di Torre Annunziata, su segnalazione dell’assistente Siracusano di Sulmona aveva espulso il numero 10 della Pianese Andrea Zini per un pugno alla schiena ai danni del centrocampista del Cannara Flavio Mattia. A commettere il fallo era stato però il numero 8 Nicola Ghini. L’arbitro non poteva aver visto l’episodio, commesso mentre il direttore di gara stava seguendo la palla. A richiamare l’attenzione era stato il guardalinee che aveva però compiuto uno scambio di persona. Una situazione sulla quale l’arbitro stesso aveva deciso, come si legge nel dispositivo della Giustizia sportiva, “un supplemento di rapporto”, dopo aver visionato le immagini della partita trasmessa in diretta Facebook dalla società del Cannara. Secondo il Giudice sportivo “lo scambio di persona non ha influito sul regolare svolgimento della gara ovvero ai fini dell’omologazione del risultato ottenuto sul campo, né si è riflesso sul provvedimento sanzionatorio irrogato da codesto giudice che, attraverso l’esame dei mezzi di prova a sua disposizione, sono stati correttamente rivolti a carico dell’autore materiale della condotta illecita”. La squalifica di 3 giornate è stata infatti comminata da subito a Ghini e non a Zini che invece era stato espulso durante la gara. Omologata dunque la vittoria del Cannara che resta al comando del girone E di serie D con 12 punti. La Pianese resta al quartultimo posto con 5 punti.