"Schieramento inadeguato, ma diamo a Castori i rinforzi necessari prima di affrontare il Parma'

14.08.2022 08:57 di Redazione Perugia24.net   vedi letture
"Schieramento inadeguato, ma diamo a Castori i rinforzi necessari prima di affrontare il Parma'

L' opinione di Stefano De Francesco dopo la gara di Palermo. "Il filosofo greco Platone scrisse ne La Repubblica che la necessità è la madre delle invenzioni e probabilmente arrivare alla prima giornata con una squadra incompleta, ha costretto il tecnico Fabrizio Castori (voto 5)  ad inventarsi uno schieramento inedito che poi si è rivelato assolutamente inadeguato. Devo ammettere che mi aspettavo una formazione totalmente diversa e ritenevo erroneamente che il Perugia potesse andare a Palermo a giocarsela. Invece il Grifo affonda,  si presenta con in porta Gori (voto 5,5) e con in difesa i tre difensori Sgarbi (voto 5), Curado (voto 5) e Dell’Orco (voto 5,5). Sulle fasce Casasola (voto 5,5) e Righetti (voto 4,5) non incidono ed anzi Righetti svirgola anche maldestramente la palla che da il via al contropiede che genera il calcio di rigore e l’espulsione di Lisi (voto 4,5). Vulic (voto 5,5) e Iannoni (voto 5,5) sono in costante affanno come pure Kouan (voto 6) che comunque è l’ultimo ad arrendersi. Davanti Melchiorri (voto 5,5) è completamente abbandonato a se stesso. Sullo 0-1 e con il Grifo ridotto in inferiorità numerica, Castori si decide a mettere dentro un’altra punta Di Serio (voto 5,5) per cercare di incidere di più in avanti ma sembra tanto come quel pastore che si affanna a chiudere il cancello dopo che il gregge è scappato. La difesa che doveva essere il nostro miglior reparto, viene presa ripetutamente in contropiede ed in perenne inferiorità e questo è davvero un segnale preoccupante. La seconda rete con il diagonale di Brunori (voto 7) che pesca Elia (voto 7) con una facilità imbarazzante, è il segnale di squadra che non ha le misure. Davanti se si eccettua l’occasione di Melchiorri imbeccato da Kouan, non abbiamo mai concluso in porta e i lanci in profondità, sono stati facile preda dei difensori siciliani. So di urtare la suscettibilità dei sempre meno numerosi difensori ad oltranza del Presidente Santopadre (voto 3) ma sia chiaro che non possiamo girarci intorno, la responsabilità più grande è la sua e del suo assurdo tergiversare in sede di mercato. Prossima settimana arriva il Parma facciamo in modo di dare al nostro allenatore la possibilità di avere una squadra completa. Fare il presidente di una squadra di calcio non è un obbligo o un mestiere, è un onore. Noi saremo al Curi come sempre e ci augureremmo di trovare anche una squadra un po’ più completa anche se ad essere sinceri ci credo poco. 

OSTINATAMENTE A.C.PERUGIA".