"Santopadre avrebbe dovuto evitare in questo Perugia di fare il presidente-allenatore..."

24.08.2020 19:48 di Redazione Perugia24.net   Vedi letture
"Santopadre avrebbe dovuto evitare in questo Perugia di fare il presidente-allenatore..."

“Lo Spezia in Serie A è la dimostrazione che Italiano e Angelozzi hanno fatto un grande lavoro. Italiano ha fatto la gavetta e si è dimostrato bravo, ma in questa promozione c’è tanto di Angelozzi”. Così a TuttoMercatoWeb e Perugia24.net Walter Novellino sullo Spezia neopromosso in Serie A.

Se l’aspettava?
“No. C’erano squadre più attrezzate rispetto allo Spezia. E giovedì sera il Frosinone ha giocato molto bene”.

Il Frosinone ha deluso.
“Avrebbe dovuto pensare alla promozione diretta”.

Nesta ha fallito?
“Rispetto a Italiano è stato meno fortunato. Ha comunque disputato una finale di playoff. Ha avuto la fortuna di allenare due squadre importanti ma non è stato fortunato”

Mister e il suo Perugia? La retrocessione è stata sorprendente.
“Una squadra con Iemmello, Melchiorri, Carraro, Falcinelli, Falasco e tanti altri avrebbe dovuto lottare per la Serie A. È un fallimento per tutti. Goretti e Pizzimenti negli anni passati hanno fatto benissimo, ma in questo caso anche Santopadre avrebbe dovuto riflettere ed evitare di fare il presidente allenatore”.

Lei ha avuto la possibilità di allenare il Perugia...
“Non aveva senso per due partite. Sembra assurdo che io non abbia squadra. Ho fatto tanto, ma non trovo squadra. È incredibile. La meritocrazia non esiste più. Chiamerò Juric per andare a vedere i suoi allenamenti, per tenermi aggiornato”.

Serie A: il Milan che verrà, con Pioli, come lo vede?
“Dopo il lockdown il Milan ha ripreso alla grande con il 4-2-3-1 che piace a me. Ibra ha dato convinzione a tutti. E la conferma di Pioli è assolutamente meritata. Ha detto bene Rangnick: sarebbe stato inopportuno andare al Milan dopo il grande lavoro di Pioli”

La Juve riparte da Pirlo.
“Io allenavo gli allievi nazionali e Gaucci mi ha messo in prima squadra. È un fallimento per l’Associazione Allenatori, ma Pirlo ha tutto per alleare in Serie A. Ora ha bisogno di persone che gli diano una mano. E alla Juve ha tutto per essere supportato. Conosco Paratici e Cherubini, lo aiuteranno”.