Massimiliano Alvini spinge per andare alla Cremonese, ma senza un indennizzo niente Serie A

02.06.2022 11:55 di Redazione Perugia24.net   vedi letture
Massimiliano Alvini spinge per andare alla Cremonese, ma senza un indennizzo niente Serie A

"Perugia-Alvini, adesso tutto può succedere", titola La Nazione nell'articolo a firma di Francesca Mencacci. La Cremonese non rilancia, giornata di attesa per la società biancorossa e per il tecnico che spinge per allenare in serie A. Una situazione inimmaginabile fino a una settimana fa che rischia di scontentare tutti. Società, allenatore e anche i tifosi che avevano ritrovato entusiasmo grazie al Grifo di Massimiliano Alvini. Già, perché alla fine potrebbe anche accadere che la Cremonese decida di dirottare le attenzioni altrove e che il Perugia abbia in dote un allenatore con due anni di contratto che avrebbe voluto allenare in serie A. La situazione, infatti, è ferma all’offerta della Cremonese ritenuta insufficiente dal Perugia per liberare un tecnico che un mese fa ha firmato un rinnovo di due anni. Uno stallo che potrebbe portare ancora a qualsiasi evoluzione. Ricapitolando: con l’uscita di scena di Pecchia dalla Cremonese, la società neo promossa in serie A ha iniziato a programmare il futuro in panchina, il diesse Giacchetta si è rivolto a Massimiliano Alvini con il quale aveva lavorato all’Albinoleffe. Il tecnico, dopo una lunghissima gavetta e una stagione brillante con il Perugia, ha ascoltato con entusiasmo l’offerta della Cremonese, ha accettato il corteggiamento e pensato che fosse scontato l’epilogo. Legittima l’ambizione di Alvini, altrettanto legittimo l’atteggiamento della società di Santopadre, perché i contratti non possono avere valore solo da una parte. Quindi se qualcuno è interessato a un tecnico vincolato è giusto che metta sul piatto determinate condizioni. Condizioni, quelle offerte della Cremonese, ritenute insufficienti da Santopadre. Ora il Perugia si trova con un allenatore che spinge per allenare in A, ma non intende comunque sottostare ai voleri degli altri, trascurando i propri interessi. Ieri la Cremonese non avrebbe alzato la posta, il Grifo adesso deve capire come muoversi [...].