Il "racconto" della strigliata del presidente Santopadre ai giocatori del Perugia fatto su "La Nazione"

11.11.2021 13:17 di Redazione Perugia24.net   vedi letture
Il "racconto" della strigliata del presidente Santopadre ai giocatori del Perugia fatto su "La Nazione"

Così il racconto di Francesca Mencacci su La Nazione. Santopadre non ha aspettato che succedesse una seconda volta. Al primo crollo, pericoloso, è intervenuto con la squadra. Il numero uno biancorosso è ancora scottato. La retrocessione di due stagioni fa ha lasciato il segno e non solo sul piano economico: quello scivolone inatteso all’inferno ha tolto un pizzico di incoscienza, lasciando invece in dote grande prudenza. Sarà per questo che il presidente del Perugia dopo la partita con il Como ha voluto affrontare subito la squadra per mettere i punti sulle «i». A Pian di Massiano è andato in scena un confronto dai toni decisi, il primo della stagione, ma necessario. Massimiliano Santopadre non avrebbe gradito l’atteggiamento del gruppo che, stando al presidente, avrebbe affrontato l’avversario, un Como in stato di grazia, in grande salute, con troppa sufficienza e una superiorità ingiustificata. Il presidente ha chiesto al gruppo umiltà, un profilo più consono a quello che è e resta l’obiettivo del club: la salvezza. Un traguardo che, se sarà raggiunto prima del previsto, potrà consentire al gruppo maggiore leggerezza e chissà quali obiettivi. Ma la testa del gruppo deve essere rivolta solo a conservare la categoria. Il presidente si sarebbe mostrato abbastanza urtato con i giocatori, nello sfogo non ci sarebbe rientrato il tecnico, con il quale il rapporto è ottimale e di grande fiducia per il lavoro fino ad ora svolto. Il fatto è che alla ripresa del campionato, dopo la sosta per le nazionali, il Perugia di troverà ad affrontare il Crotone, squadra in difficoltà in classifica, ma di valore indiscutibile e nelle intenzioni della società c’è evitare che la squadra possa prendere sotto gamba l’impegno. Inoltre il prossimo avversario del Grifo ha appena cambiato tecnico e si è affidato all’esperienza di Marino. La strigliata del presidente dovrà servire per evitare che si ripeta una giornata come quella di Como, perché la classifica del Crotone possa far distrarre il gruppo, anche alla luce dei risultati poco esaltanti conquistati in casa. La speranza di tutti è che la giornata di Como sia come quella di Mantova che in casa biancorossa segnò un’autentica svolta.