In Umbria c'è un crescita lenta, ma costante, dei contagi da Covid-19

20.01.2021 14:00 di Redazione Perugia24.net   Vedi letture
In Umbria c'è un crescita lenta, ma costante, dei contagi da Covid-19

Lieve preoccupazione. Continua la crescita lenta ma costante dei contagi in Umbria. E con essa proprio ieri c’è stata una ripresa importante dei ricoveri, tornati sui livelli di metà dicembre, quando nei reparti Covid c’erano circa 350 pazienti. In quel momento anche la curva ospedaliera era in discesa. Curva che ha ricominciato a salire a Natale e che ancora non arresta la sua corsa. Così ora si è risaliti a 339 pazienti ospedalizzati (6 in più in 24 ore) con 47 che sono in Terapia intensiva e a cui si aggiungono altri 5 decessi. Ancora una volta il numero dei nuovi positivi nella regione è stato in media con quello degli ultimi 20 giorni, cioè intorno alle duecento unità. In particolare sono stati 225 i nuovi contagi su un numero di tamponi di oltre quattromila (4.089), per una percentuale di positività del 5,5%, sotto la media (che è intorno all’8%). Qui però ad abbassare i numeri ci sono i tamponi antigenici che da tre giorni vengono inseriti nel calderone dei test effettuati dalle autorità sanitarie pubbliche e private e che gioco-forza fanno diminuire la percentuale di positività. E il fattore sarà ancor più accentuato con la discesa in campo delle farmacie. Anche la curva degli attuali positivi riprende a salire (sono 4.636), dato che i guariti sono stati 164, quindi inferiori ai nuovi contagi giornalieri. Questa settimana potrebbe essere quella decisiva per capire se la terza ondata sarà meno violenta del previsto. Le restrizioni di Natale hanno fatto sì che in Umbria il contagio riprendesse meno di come si temeva. I circa 200 positivi al giorno stanno contenendo gli accessi nelle strutture ospedaliere.