Domani la Torre degli Sciri a Perugia si illuminerà di viola: il motivo della scelta

16.11.2019 08:30 di Redazione Perugia24.net   Vedi letture
Domani la Torre degli Sciri a Perugia si illuminerà di viola: il motivo della scelta

In occasione della giornata mondiale della prematurità, domani, domenica 17 novembre, la torre degli Sciri si illuminerà di viola, colore simbolo della ricorrenza.

Nel contempo, sempre domani il reparto di terapia intensiva neonatale aprirà le sue porte per ospitare, oltre ai genitori, anche gli altri parenti dei bimbi pazienti. Alle 17 sarà il vice sindaco Tuteri a portare i saluti istituzionali dell’Amministrazione; successivamente i flauti dell’orchestra da Camera di Perugia daranno vita ad un momento musicale. Nel corso della giornata verrà presentata la nuova associazione “la carica dei prematuri”, nata a supporto dei piccoli pazienti e dei loro genitori.

Nel mondo circa 1 bambino su 10 nasce prematuro ed in Italia questo problema riguarda circa il 7% di nati, chiaramente con gradi di gravità molto diversi che vanno dal neonato di peso inferiore ai 500g, al neonato che nasce giusto un paio di settimane prima del termine.

Le problematiche di questi bambini sono molteplici: respiratorie, cardiocircolatorie, neurologiche, infettivologiche, ma l'assistenza a questi pazienti è un impegno che richiede una grande attenzione che va, e deve andare, anche oltre a ciò che si considera di interesse strettamente medico.

Le TIN (terapia intensiva neonatale) come quella di Perugia sono reparti di eccellenza nel trattamento di questi bambini, con la disponibilità di attrezzature all'avanguardia come ventilatori meccanici, termo culle e sistemi di supporto e di monitoraggio avanzati, ma anche, e sempre di più, professionisti attenti e preparati a prendersi cura della crescita e dello sviluppo complessivo del neonato e della sua famiglia.

Ed é proprio in questa direzione che vanno i progetti di miglioramento del reparto, in cui si prevede sempre maggiore attenzione agli aspetti legati all’ambiente, alla famiglia ed alla relazione genitore-bambino.

Alla luce di ciò è facile comprendere l’importanza che ha per gli addetti ai lavori ogni progetto che metta al centro dell’attenzione l’ambiente del neonato prematuro.