Massimo Oddo è carico per la sfida di domani sera a Venezia! "Nella mia mente c'è solo la vittoria"

30.07.2020 16:15 di Redazione Perugia24.net   Vedi letture
Massimo Oddo è carico per la sfida di domani sera a Venezia! "Nella mia mente c'è solo la vittoria"

Il Perugia si gioca la salvezza nella sfida di domani sera a Venezia, con il tecnico degli umbri Massimo Oddo fiducioso di farcela. “Cerchiamo di mantenere serenità ed io voglio trasmettere questo. E’ come se il campionato fosse finito e domani ci fosse una partita secca. Dobbiamo avere un approccio positivo importante. Voglio pensare che tutti abbiano delle motivazioni e che alla base di tutto ci sia la professionalità di ciascuno, pertanto – ha detto Oddo - voglio ragionare come facevo io da calciatore, quando si va in campo per una partita del genere c’è un vantaggio per la società e per se stessi. Ovviamente non posso solo avere valutazioni di tipo tecnico tattico ma devo tenere conto della testa e dello stato fisico dei giocatori. Dobbiamo valutare chi può incidere dall’inizio o a partita in corso. Bisogna valutare tante cose e di solito si sbaglia. Cercherò di sbagliare meno possibile”. Oddo ha sottolineato che “certamente il Venezia farà sicuramente la partita con le sue caratteristiche migliori che sono l’organizzazione e il gioco. È una squadra discretamente tecnica, con buona qualità, gioca a calcio, non è una squadra che si chiude. Ha una struttura determinata e ragionerà cercando di prendere in mano la gara. A volte due risultati su tre, come ha il Venezia sono uno svantaggio come tante volte è successo. Bisogna vedere l’approccio delle due squadre in campo. Dal canto nostro dobbiamo fare una partita di intelligenza senza andare all’arrembaggio anche perchè siamo a fine stagione e a fine luglio”. Rispetto alla gara persa lunedì sera con il Trapani, Oddo ha ammesso di “non essersi pentito delle scelte fatte, perché Melchiorri è più contropiedista di Iemmello. Se avessimo fatto gol sarebbe stata la scelta azzeccata, ma anche con il risultato negativo mi sembra ancora fosse la cosa più logica da fare. Vorrei un Perugia analogo a quello dei primi 20 minuti col Trapani e che sapesse leggere i momenti di difficoltà, che sono quelli che nel calcio decidono le partite, con lucidità. La società ci è stata sempre vicino dal punto di vista umano, ma quello che conta ora è la concentrazione e l’approccio dei ragazzi. Credo che siano consapevoli dell’importanza del momento e spero che abbiano una sana paura, poca per non andare in difficoltà, ma quel tanto che basta per suscitare una reazione. Stiamo facendo tutto il necessario – ha aggiunto Oddo - per essere pronti poi sappiamo che il campo è sovrano ed è lì che si decide tutto. Non c’è un sentimento di rivalsa in me verso il Venezia perché penso che non sia stata quella sconfitta a condannarmi. Non so cosa dirò domani prima della partita, non mi preparo mai i discorsi, dirò quello che mi viene dal cuore e vedrò gli occhi dei ragazzi per capire di cosa hanno bisogno. Certamente mi piacerebbe giocare una partita del genere, ma l’età avanza. Mi fido ciecamente dei miei ragazzi anche se la stagione è stata discontinua e le partite positive si sono sempre alternate alle delusioni. Nella mia testa al 100% il campionato del Perugia finita domani senza play out. Nella mia esperienza ho affrontato tante volte una situazione così ed è stato bene avere solo un risultato. Dobbiamo fare una partita intelligente e non pensare a null’altro che vincere la gara. Ma non possiamo pensare di fare una partita all’arrembaggio, anche perché siamo a fine anno, fa caldissimo e la situazione non è idillica per certe cose. Serve grande intelligenza ”. Nel Perugia mancheranno gli squalificati Gyomber e Rosi e l'infortunato Di Chiara, mentre Buonaiuto non è a meglio.