"Dobbiamo pensare solo alla Vis Pesaro e non agli scontri diretti: ci serve una grande gara"

20.02.2021 11:59 di Redazione Perugia24.net   Vedi letture
"Dobbiamo pensare solo alla Vis Pesaro e non agli scontri diretti: ci serve una grande gara"

Le parole del tecnico del Perugia, Fabio Caserta, alla vigilia della sfida in casa della Vis Pesaro, raccolte da Umbria Radio, emittente ufficiale del club biancorosso. Deve rinunciare a Melchiorri e Sgarbi per squalifica e a Vano che non ha completamente recuperato dall’infortunio, ma ha tutti gli altri a disposizione dopo settimane di emergenza, e invoca nella conferenza stampa il solito mantra della concentrazione e della pazienza nella ricerca del risultato. “Vano sta un po’ meglio, ancora avverte un po’ di dolore alla caviglia anche se si è allenato con la squadra. Quanto a domani valuteremo chi ha recuperato peggio ma sicuramente qualche cambio si sarà. Dobbiamo pensare solo alla partita di domani e non agli scontri diretti. Domani sarà difficile per tanti motivi, si gioca dopo pochi giorni e troveremo una squadra arrabbiata per una sconfitta subita in rimonta nel recupero. Dovremo fare una grande gara se vogliamo vincere. Dal punto di vista atletico possiamo lavorare ben poco perché inizia un mese terribile dove si giocherà ogni 3 giorni. Conterà più lavorare dal punto di vista mentale e della concentrazione senza pensare ad altro. I ragazzi hanno la mentalità giusta e stanno lavorando bene. L’aspetto mentale nel calcio è la cosa che conta più. Soprattutto in queste categorie l’aspetto tecnico passa in secondo piano. Ci sono passato anche da calciatore ed è per questo che insisto tanto su questo aspetto. La testa è ciò che ti spinge e ti consente di raggiungere il risultato.

Abbiamo provato l’allenamento allo stesso orario della partita simulando questa situazione. Giocare alle 12:30 non è come farla nel pomeriggio ma ci prepariamo per affrontarla al meglio. Dal rientro la squadra si è sempre comportata bene anche in trasferta. Anche a Fano dove non siamo tornati con i tre punti. Dobbiamo cercare di migliorare per ottenere più punti in trasferta, ma la squadra ha sempre fatto la prestazione. Melchiorri veniva da un mese di fermo forzato e aveva voglia di dare un grande contributo. Non ci sarà per squalifica, ma c’era bisogno di parlare con lui perché è stato un gesto istintivo e non verso qualcuno. Ho visto le immagini del campo e non è in buone condizioni. Certo questo non ci agevola avendo giocatori tecnici e di qualità. Dovremo essere bravi a leggere la gara cambiando un po’ pelle se non si può giocare palla a terra puntando più sulle seconde palle e sui duelli individuali”.