Proteste e disgusto verso la Rai per l'eccessiva attenzione riservata all'allevamento di bisonti al Trasimeno

11.05.2020 13:49 di Redazione Perugia24.net   Vedi letture
Proteste e disgusto verso la Rai per l'eccessiva attenzione riservata all'allevamento di bisonti al Trasimeno

Scatta la protesta contro la Rai e contro un atteggiamento che alimenta perplessità e per alcuni versi pure disgusto. A manifestare il disappunto contro la trasmissione "Linea Verde" di Rai Uno è il magionese Marco Cerbella (conosciuto anche con il nome d'arte di "cerbero"), che proprio sugli schermi della Rai aveva condotto il programma “Italia da stimare” insieme a Massimiliano Pani. Ora la sua azione è arrivata proprio sulle scrivanie dei responsabili. "C'è stata ieri l'ennesima replica della stessa trasmissione di Linea Verde, per la terza volta in un mese, dove si mostra, a Rai1 (servizio pubblico) un allevamento di bisonti associato al Lago Trasimeno, con tanto di bisonte squartato in cottura. Mi domando il perché si debba replicare più volte questa puntata e soprattutto cosa ci guadagnano l'abbonato Rai e l'azienda stessa. Qualcuno paga la "pubblicità indiretta" ? È inoltre opportuno associare il Trasimeno all'allevamento di bestiame da macello per di più estraneo al paesaggio e all'ambiente del lago?". L'allevamento si trova a Panicale, con l'azienda agricola che è stata attivata per commercializzare la carne e conciare le pelli di questi giganteschi mammiferi dal peso che, negli esemplari maschi, oscilla dai 400 chili fino 990 chili.