"Tantissimi verrebbero a Perugia di corsa e io voglio una squadra aggressiva per un campionato importante"

31.08.2020 13:26 di Redazione Perugia24.net   Vedi letture
"Tantissimi verrebbero a Perugia di corsa e io voglio una squadra aggressiva per un campionato importante"

Il Perugia ha presentato Fabio Caserta, che avrà il difficile compito di ricreare le condizioni giuste affinchè il Grifo possa tornare ad essere protagonista. Come riporta Umbria Tv, ecco le sue dichiarazioni. “Ho accettato con grande entusiasmo, Perugia è un piazza importante, con presidente e direttore ci siamo capiti subito, c’è voglia di rivalsa e di rimettersi in gioco. Il girone non cambierà le strategia della società, ho fatto il girone C e non so quale differenza ci sarà. Noi dobbiamo fare un campionato importante, partita dopo partita. Ai miei giocatori - continua Caserta - chiederò lavoro quotidiano, la partita sarà lo specchio della settimana perche il risultato, nel calcio, è lo specchio del lavoro. Da quando ho iniziato a fare l’allenatore ho chiesto sempre questo ai miei giocatori, lo stesso che applicavo da calciatore”.

Poi Caserta parla del suo credo calcistico: “Nella mia vita non ho mai affrontato sfide facili, Perugia è una piazza che non vive un momento positivo. So dove sono venuto e cosa voglio, come ho fatto sempre nella mia carriera partendo dal basso. Modelli? Ho avuto allenatori importanti, come Antonio Conte dal punto di vista caratteriale e umano, ma cerco di essere me stesso. Osserverò la rosa e dei giocatori che avrò a disposizione. Bisogna voltare pagina, guardare avanti e lavorare sodo perchè il campionato è lungo. Non dobbiamo commettere l’errore che sarà tutto facile,è molto più difficile per noi che scendiamo dalla B e dobbiamo ricompattare l’ambiente rispetto a chi è già lì. Abbiamo bisogno della fiducia dei tifosi che dobbiamo riconquistare e ragionare compatti anche nei momenti, che ci saranno, più difficili. I moduli sono numeri, l’interpretazione della partita sarà fondamentale, come si scende in campo, con quale mentalità”.

Poi Caserta glissa su quale sarà la squadra e rimanda il tutto alle scelte della società: “Ho massima fiducia nella società, insieme al direttore valuteremo i giocatori che rimarranno e andranno via. So che saranno fatte le giuste scelte, sicuramente ci sono tanti giocatori e la rosa attuale è una buona rosa. Ma il mio compito sarà allenare. Mi affido alle mani della società, al direttore, al presidente, sono sicuro che faranno un ottimo lavoro. Il mercato non mi preoccupa perché so che ci saranno delle scelte difficili. Ci sarà gente che vuole andare via ma ci sono tantissimi calciatori che verrebbero qui di corsa. Canotto? Penso ha già firmato con un altra squadra”

Infine focus sul campionato: “In Serie C serve tanto agonismo, tanta voglia di correre. La squadra dovrà essere aggressiva, propositiva, non mi piace attendere . Allo stesso tempo mi piace che sia capace, nei momenti della partita, di difendersi collettivamente. Il sacrificio di ogni calciatore farà la differenza in questa categoria e ci permetterà di sopperire alla carenze tecniche e tattiche.”