Perugia gioisce a metà: l'Italia di Giannelli e Russo è d'argento, la Polonia di Leon e Semeniuk è d'oro

17.09.2023 12:11 di Redazione Perugia24.net   vedi letture
Perugia gioisce a metà: l'Italia di Giannelli e Russo è d'argento, la Polonia di Leon e Semeniuk è d'oro

L'Italia è d'argento ai Campionato Europei del 2023, uscendo sconfitta, per la prima volta in questo Europeo, dalla Finale del Palazzo dello Sport con la Polonia per 0-3 (20-25, 21-25, 23-25). Per l'Italia è la quinta volta sul secondo gradino del podio europeo, la medaglia è la numero tre del ciclo iniziato nel 2021 con Ferdinando De Giorgi alla guida di un gruppo giovanissimo dall'età media di 23 anni. La Polonia torna sul gradino più alto dopo l'oro conquistato nel 2009 in Turchia. Nella finale di questa sera, di fronte agli 11.300 del PalaEur, per un incasso totale di 831.090 euro, incasso più alto di sempre per la pallavolo italiana in una singola giornata di gare. Prima dell’inizio della gara è stato osservato un minuto di raccoglimento per onorare la memoria della bambina morta a causa dello schianto di un velivolo delle Frecce Tricolori avvenuto oggi a Torino. Ad assistere alla Finale del Campionato Europeo questa sera al PalaEur di Roma anche il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Presenti anche, insieme al presidente federale Giuseppe Manfredi, il Ministro dell'Agricoltura, della sovranità alimentare e delle foreste Francesco Lollobrigida, il Ministro per lo Sport e i Giovani Andrea Abodi, il Presidente del CONI Giovanni Malagò, il Segretario Generale del CONI Carlo Mornati, il Presidente della FIVB Ary Graça e quello della CEV Aleksandar Boričić.
L’Italia si ritroverà tra pochi giorni a Cavalese per preparare il torneo di Qualificazione Olimpica in programma a Rio de Janeiro, in Brasile, dal 30 settembre al 4 ottobre, torneo che assegnerà 2 posti alle prossime Olimpiadi di Parigi 2024.

Italia in campo con Giannelli e Romanò in diagonale, Michieletto e Lavia schiacciatori, Galassi e Russo al centro e Balaso libero. Il rientro di Russo dall’inizio caratterizza questo inizio di Finale con la Polonia. La Polonia inizia subito bene, 3-0.  L’errore al servizio di Huber vale il primo punto dell’Italia, Polonia avanti 4-1. Leon passa ancora in attacco, suo il punto del 6-3 a favore della Polonia. Kochanowski ferma a muro Romanò, 7-4, sempre il centrale polacco al servizio mette a terra l’8-4, Romanò che trova subito il riscatto, suo il punto numero 5 per l’Italia. La pipe di Michieletto accorcia le distanze, Polonia avanti 13-9, Lavia lo segue con il punto numero 10, Polonia in vantaggio 15-10. La Polonia mantiene il vantaggio, l’errore al servizio di Giannelli porta la Polonia sul 19-13. Leon è bravo a mettere a terra una ricezione lunga dell’Italia, massimo vantaggio per la Pol onia 22-14. L’Italia prova la rimonta, lo fa con l’ingresso di Sbertoli che subito al servizio firma l’ace che vale il punto numero 16, azzurri a 6 punti dalla Polonia. Il block out di Romanò, accorcia ancora, 22-17. Il set point per la Polonia arriva sull’errore al servizio di Romanò, 24-20, il set lo chiude Kaczmarek, suo il punto del 25-20.

Il secondo set inizia con un ace di Sliwka, al quale risponde subito Michieletto in attacco 1-1. Confermato il 6+1 azzurro del primo set con Russo in campo. Lavia passa da sopra al muro polacco, suo il punto del 4-3 per gli azzurri. La Polonia si porta avanti 5-4, l’ace di Leon vale il 6-4. L’Italia ritrova la parità, lo fa con Romanò per il 6-6, lo stesso Romanò dai nove metri trova il punto del vantaggio 7-6. Fase equilibrata del set, Italia e Polonia avanti punto a punto, è di Kaczmarek il punto del 8-8. Polonia nuovamente avanti, l’ace di Janusz vale il 10-8. Russo mette a terra il punto numero 10. La Polonia comunque mantiene il vantaggio 12-10. Dentro Scanferla per la difesa, il muro di Lavia porta l’Italia ad un punto dalla Polonia 13-12, il fallo a rete della Polonia pareggia i conti 13-13, ancora Lavia, è suo il punto del sorpasso 14-13, controsorpasso della Polonia sul 16-15. Sliwka è bravo a chiudere la diagonale che porta la Polonia sul 19-15. Serie di errori al servizio da una parte e dall’altra, Polonia avanti 21-17. L’invasione aerea di Michieletto consegna alla Polonia il primo set point sul 24-20, set chiuso dai polacchi sul 25-21.

Romanò prima e Lavia dopo portano subito l’Italia avanti 2-0 nell’avvio di terzo set. Italia avanti 7-4, il punto porta la firma di Roberto Russo. L’Italia è brava a mettere a terra una free ball, il punto di Michieletto porta gli azzurri sul 9-6. Squadre avanti punto a punto, il servizio out di Romanò vale il 12-12. Il 15-13 dell’Italia porta la firma di Gianluca Galassi, suo il primo tempo che vale il +2. Michieletto mantiene il vantaggio azzurro, il suo block out vale il 17-16. La Polonia si riporta avanti, 18-17 con l’ace di Huber. L’Italia resta attaccata alla Polonia, l’attacco di Lavia riporta la parità 19-19. Polonia nuovamente avanti, 20-19, l’errore in attacco di Romanò porta i polacchi avanti 23-21. La Polonia conquista la prima palla match sul 24-22, chiudendo la pratica sul 25-23 conquistando così l’oro europeo. Lo schiacciatore polacco Wilfredo Leon è stato votato MVP della manifestazione.

ITALIA-POLONIA 0-3 (20-25, 21-25, 23-25)

Italia: Michieletto 10, Russo 2, Romanò 9, Lavia 13, Galassi 6, Giannelli 3, Balaso (L). Sbertoli 1, Scanferla, Rinaldi N.e: Bottolo,Bovolenta, Sanguinetti, Mosca. All. De Giorgi
Polonia: Sliwka 9, Huber 12, Kaczmarek 10, Leon 13, Kochanowski 9, Janusz 1, Zatorski (L) Semeniuk 1, Fornal N.e. Popiwczak, Kurek, Klos, Bednorz, Lomacz All. Grbic
Arbitri: Sarikaya (TUR), Vasileiadis (GRE)
Durata set: 31’, 32’, 36’
Italia: 3 a, 16 bs, 6 mv, 20 et
Polonia: 11 a, 15 bs, 4 mv, 20 et

SEMIFINALI
Polonia-Slovenia 3-1 (23-25, 25-21, 25-20, 25-21)
Italia-Francia 3-0 (25-21, 25-19, 25-23)

FINALI
Finale 3/4° posto
Francia-Slovenia 2-3 (22-25, 16-25, 25-21, 25-18, 11-15)

Finale 1/2° posto
Italia-Polonia 0-3 (20-25, 21-25, 23-25)