Le scuole calcio possono riaprire, ma non si può usare il pallone! Proprio così...

24.05.2020 13:08 di Redazione Perugia24.net   Vedi letture
Le scuole calcio possono riaprire, ma non si può usare il pallone! Proprio così...

Il presidente del Settore Giovanile e Scolastico Vito Tisci è intervenuto a TST Web Magazine per fare chiarezza sulla riapertura delle scuole calcio.

Da domani, secondo il DPCM i centri sportivi possono riaprire, ma in tanti hanno già deciso di tenere i cancelli chiusi per non gravarsi di responsabilità che un’ASD o SSD non può permettersi.

“Ho chiesto di fare un protocollo per le scuole calcio con tutte le linee guida del caso. Si può fare allenamento individuale con quattro o cinque atleti per gruppo. Si può fare attività motoria. Non si può usare il pallone, non si può fare la doccia. Il genitore deve autocertificare che il figlio ha avuto o meno il Covid-19. Non si possono fare assembramenti e bisogna usare i dispositivi di sicurezza, come guanti e mascherine. Bisogna misurare la temperatura e deve essere presente un medico sul campo”. 

“Magari fra un mese le cose cambieranno, ma ad oggi non si può usare il pallone e non si può fare lapartitina. -Tuona il presidente Tisci, come a dire che fretta c’è di fare un protocollo calcistico senza alcuna base calcistica – Lunedì sarà pubblicato un protocollo sul nostro sito per gli allenamenti individuali. C’è stata un po’ di confusione perché gli Enti di Promozione Sportiva fanno il loro protocollo. E ci sono già quelli delle altre federazioni che creano un po’ di confusione”.

“Una società che non rispetta le linee guida va incontro a responsabilità civili e penali. Da stabilire se sarà il medico sociale o il presidente, ma è chiaro che il presidente è sempre il primo indicato tutte le responsabilità in una ASD. Al momento la FIGC non può fare dei controlli, ma è ovvio che se riceviamo segnalazioni provvederemo a renderlo noto alla Procura Federale. È un nostro dovere”.