A Foligno si propone una Giostra della Quintana senza cavalli! "Evitiamo lo sfruttamento animale con una nuova formula"

11.09.2020 19:41 di Redazione Perugia24.net   Vedi letture
Fonte: Antonello Menconi
A Foligno si propone una Giostra della Quintana senza cavalli! "Evitiamo lo sfruttamento animale con una nuova formula"

Sul tavolo del sindaco di Foligno Stefano Zuccarini è arrivata la richiesta di non far più correre i cavalli alla Giostra della Qintana. Lo ha fatto ufficialmente Alice Delicati, responsabile di Avi (Associazioni Vegani Italiani) Umbria. L'idea è quella di sostituire gli animali con dei simulatori meccanici. "Giostra della Quintana: evitiamo lo sfruttamento animale, lavorando ad una nuova formula! E così, come sempre dal 1946 a questa parte, la Giostra della Quintana torna, puntuale, al suo appuntamento. In oltre settant’anni sono cambiati nella società usi e costumi insieme ad aspettative e sensibilità. Nonostante tutto, si continua imperterriti a reiterare la formula di una rievocazione inventata che, pur essendosi gradualmente radicata nella città, necessita di essere profondamente ripensata anche in termini di offerta turistica. Crediamo non sia affatto estremistico ma, al contrario, decisamente ponderato e responsabile porre fine al coinvolgimento di animali in gare dominate da un agonismo spinto all’eccesso che ha portato anche ad episodi drammatici per i cavalli concorrenti. Le notizie riportate di recente dalla stampa locale relative alla sicurezza del tracciato di gara, pur essendo apprezzabili, non risultano essere né soddisfacenti né confortanti perché appare evidente come, in realtà, si continui ad evitare di affrontare il tema dello sfruttamento degli animali esulando dall’immaginare un autentico rinnovamento della manifestazione che superi anacronistiche concezioni. Non è affatto utopistico proporre la sostituzione dei cavalli con simulatori meccanici. In questo modo, pur mantenendo l'agonismo, si risparmierebbe il ricorso ad animali e la Quintana farebbe da battistrada per altre analoghe manifestazioni (come, ad esempio, il Palio) ponendosi all'avanguardia a livello internazionale. Di sicuro richiamerebbe su di sé grande attenzione a livello mondiale e con notevole riscontro turistico. Nell’augurarci un’attenta vigilanza affinché i cavalli partecipanti non siano soggetti a vessazioni e maltrattamenti, ci preme esprimere l’auspicio di assistere quanto prima a una Quintana contrassegnata dalla consapevolezza di un rapporto diverso e più maturo con il mondo animale basato su un’etica dichiaratamente nonviolenta e sul ruolo educativo di un evento che inevitabilmente si rivolge anche e soprattutto alle nuove generazioni. Voltiamo pagina per premiare davvero Foligno e i suoi abitanti".