"Sono libera!" La lettera che commuove: Ornella racconta la battaglia vinta contro il Covid...

20.11.2020 05:34 di Redazione Perugia24.net   Vedi letture
Fonte: Antonello Menconi
"Sono libera!" La lettera che commuove: Ornella racconta la battaglia vinta contro il Covid...

"Sono libera!" Le prime parole pronunciate da Ornella Rubino, conosciuta nel mondo del calcio e della politica, appena aver sconfitto il Covid. Già alla presidenza della squadra della Sacilese ed attualmente impegnata in Senato con il gruppo della Lega, ha voluto rendere pubblica la propria esperienza. "Sono libera perchè il Covid lo scorso 25 ottobre è entrato nella mia vita e per 20 giorni si e’ preso tutto: l’aria...il respiro regolare...il tempo...gli affetti...i baci dei miei bimbi.... tutto! Il 25 ottobre inizia il mio calvario ...la febbre altissima, dolori, oppressione toracica fino alla corsa in ospedale il 27 perché non ossigenavo più, AVEVO FAME DI ARIA. Al sant’ Andrea attaccata all’ossigeno ho rivisto la luce!Nell’ospedale mi sono resa conto che tutto quello che ci dicono in tv e’ vero... gli ospedali sono pieni, i medici ed infermieri dei veri angeli ma in totale difficoltà perché devono curare troppe persone tutte insieme e il covid richiede tempestività e assistenza . Hanno dovuto sistemare le barelle anche nella sala d’attesa di quello che una volta era un pronto soccorso “normale”....ambulanze che arrivavano di notte e e di giorno ad ogni ora... Non nego che in quei due giorni mi sono girata dall’altra parte “per sopravvivere” al dolore di vedere “un vero ospedale di guerra” con tutte le emozioni che questo mi ha generato.E oggi posso affermare con totale certezza che i veri eroi nazionali di questa pandemia sono i medici e gli infermieri che operano in condizioni non idonee rispetto alla portata del problema ... ASL inesistente ma sono fortunata perchè ho avuto chi nei giorni neri si e’ preso cura di me! Ai negazionisti vorrei fargli mancare anche solo per un ora l’aria così come e’ mancata a me, vorrei fargli provare il disagio di aver bisogno dell’ossigeno per respirare...vorrei che gli mancassero i figli così come sono mancati a me...vorrei fargli provare la solitudine che il Covid comporta. Eh si perché il Covid mi ha messo difronte ad un vera e propria “via crucis interiore”....rientrata a casa ho dovuto continuare la terapia da sola, ero lontana dai bambini, dagli affetti, da tutto e quando sei lontano da tutto inevitabilmente vengono fuori tutti i “mostri” che non avevi ancora mai affrontato, tutto ciò che avevo accantonato si e’ riproposto con violenza quasi per dirmi “ora non puoi far finta di non vedermi”. Sono entrata in un modo e ne esco inevitabilmente diversa, un po’ provata fisicamente ma più forte, consapevole e certa di avere amiche ed amici straordinari che non mi hanno mai mai fatta sentire sola, una famiglia UNICA che mi ha supportata da lontano in ogni difficoltà facendomi sentire amata come non mai, il gruppo Lega che e’ diventata per me una grande famiglia che mi hanno supportato moralmente e non solo in ogni difficoltà in questi giorni, la mia grande amica anestesista Fabrizia che mi ha assistita a distanza in ogni mio sintomo senza mai Lasciarmi sola, il prof. Pennica del Sant’Andrea, Luisa il mio angelo che mi ha assistito in tutto il percorso, Francesco “l’uomo dei tamponi” sempre pronto, Massimiliano che si e’Preoccupato sin dall’inizio e tutto il mio Meraviglioso gruppo di lavoro! Al risultato dell’ultimo tampone ho abbracciato e baciato i miei figli in un modo che non dimenticherò mai più e che porterò nel cuore per sempre.... loro sono stati i veri eroi in queste settimane e mi hanno salvato con le loro videochiamate, i video e i disegni che mi mettevano ogni giorno fuori la porta. E a mia madre dico grazie perché so che mi ha tenuto la mano e non me l’ha mai mai mai lasciata neanche un istante...ci siamo amate molto in questi giorni. Nella vita imparato a trasformare ogni dolore e ogni difficoltà in opportunità, lo faccio perché ci sono dolori che possono spezzarti in due parti ma se in ogni difficoltà impari a coglierne un insegnamento allora diventerai sempre più forte è sempre un po’ più grande! Caro Covid ho vinto io!"