Giro d'Italia 2021: il 17 maggio arrivo a Foligno, il 19 partenza della tappa dal Corso Vannucci a Perugia

24.02.2021 18:11 di Redazione Perugia24.net   Vedi letture
Fonte: Antonello Menconi
Giro d'Italia 2021: il 17 maggio arrivo a Foligno, il 19 partenza della tappa dal Corso Vannucci a Perugia

Perugia è ufficialmente una delle città protagoniste del Giro d’Italia 2021. La storica manifestazione ciclistica quest’anno farà tappa anche nel capoluogo umbro. L’ufficialità è arrivata nel corso della presentazione della gara che si è tenuta nel pomeriggio di mercoledì 24 Febbraio a Milano, negli studi Rai di Corso Sempione e in diretta in chiaro su Rai Due. Perugia sarà luogo della partenza in occasione della tappa che condurrà, il 19 maggio (e non il 20 come erroneamente aveva indicato il Comune di Perugia nel proprio comunicato), la comitiva ciclistica fino a Montalcino. Tappa che arriverà dopo quella che due giorni prima avrà condotto i ciclisti in un’altra città umbra, Foligno. In mezzo, un giorno di riposo, programmato proprio all’interno del capoluogo umbro, con il quartier generale posizionato presso i ‘Giardini Carducci” e lo stazionamento in varie strutture ricettive della città. “La partecipazione di Perugia al Giro d’Italia 2021 – dichiara l’Assessore allo Sport Clara Pastorelli – è per l’amministrazione comunale motivo di grande orgoglio. Sarà una vetrina importante per tutta la città, che in due giorni potrà ritagliarsi uno spazio significativo in termini di visibilità all’interno dei network nazionali ed internazionali e dare soddisfazione ai tanti appassioni presenti nel territorio locale. Il tutto, chiaramente, si svolgerà nel rispetto dei protocolli legati all’emergenza sanitaria. La sicurezza di atleti, staff e del gruppo di lavoro, sarà chiaramente garantita da continui controlli e dalla presenza in aree appositamente riservate e protette, evitando pericolosi assembramenti. Dopo 25 anni Perugia potrà finalmente riabbracciare il Giro d’Italia e la sosta di un giorno all’interno delle strutture ricettive cittadine, sarà motivo di stimolo e di ripresa anche per le stesse aziende e in generale per il movimento economico del territorio”.