Il Bastia chiude definitivamente con la Juventus: ora andrà avanti con le proprie gambe

19.07.2019 17:30 di Redazione Perugia24.net   Vedi letture
Fonte: Antonello Menconi
Il Bastia chiude definitivamente con la Juventus: ora andrà avanti con le proprie gambe

"Il Calcio Bastia 1924 comunica che  si è costituito il nuovo Direttivo per la stagione calcistica vigente e di seguito ha preso forma anche il nuovo organigramma societario - si legge in una nota del club diffusa ieri in tarda serata -. Sono stati ufficializzati i nomi dei nuovi responsabili del settore tecnico giovanile Antonio Internò, Lorenzo Sanzari ed Angelo Marchetti che da subito hanno iniziato a lavorare assiduamente con qualità e competenza per la stagione 2019/2020".

Niente più affiliazione alla Juventus, però. "Il Calcio Bastia 1924 rende nota anche la decisione del Direttivo di non rinnovare l’affiliazione con la Scuola Calcio Juventus Italia - fa ancora la nota -. Dopo due anni di stretta e proficua collaborazione con il club bianconero, la società ha deciso di intraprendere nuove esperienze, con progetti di qualità ma più aderenti alla propria realtà, ai propri obbiettivi e alle proprie risorse. Sicuramente il Calcio Bastia 1924 non viene meno agli impegni presi con i propri iscritti facendosi garante di un progetto tecnicamente valido e, ancora più di prima, volto al benessere psico fisico del ragazzo tramite la promozione di una corretta cultura sportiva!.

Sguardo poi rivolto ai più piccoli, ai calciatori in erba. "Nella fascia 6-12 anni - si legge ancora - l’attività si svolgerà principalmente con la metodologia “Impara divertendoti” dove il bambino è protagonista in tutte le sue fasi di sviluppo". Poi i più grandicelli. "Per l’attività agonistica 13-17 anni, seguita da allenatori esperti del calcio giovanile ad 11 - chiosa il Bastia -, si cerca di seguire, monitorare e crescere nuovi talenti del territorio. Nella società  Bastia persiste ad oggi un clima di grande energia ed adrenalina che fa ben sperare per il futuro, il motto non cambia neanche quest’anno: “Giocare per crescere"".