Dieci anni moriva Andrea Pazzagli, indimenticato portiere del Peruguia

31.07.2021 19:30 di Redazione Perugia24.net   vedi letture
Dieci anni moriva Andrea Pazzagli, indimenticato portiere del Peruguia

Dieci anni fa, il 31 luglio 2011, ci lasciava Andrea Pazzagli, un grande Uomo, un grande Campione, un grande tifoso della Fiorentina, una grande Gloria Viola. E’ sempre difficile parlare di chi non è più con noi, perché si corre il rischio di usare espressioni patetiche e retoriche. Ma Andrea era veramente un ragazzo speciale, ed aveva qualcosa che è rimasto – e che rimarrà per sempre – dentro di noi. Calcisticamente parlando, Andrea crebbe nelle squadre giovanili della Fiorentina; poi, giovanissimo, nel 1977, approdò al Bologna, e da lì iniziò una sorta di “giro d’Italia” che lo portò a vestire le maglie di Udinese, Catania, Rondinella, Perugia, Ascoli, Milan, Roma, ed infine Prato, ove concluse la sua brillante carriera nel 1996, dopo quasi venti anni di calcio professionistico. Il periodo più fulgido del suo percorso calcistico lo trascorse al Milan, ove approdò nel 1989, fortemente voluto dall'allenatore Arrigo Sacchi, e dove vinse una Coppa dei Campioni, due Coppe Intercontinentali, e due Supercoppe europee. Il 9 dicembre 1990 difese la porta rossonera nella fiale che il Milan disputò a Tokyo contro la squadra paraguaiana dell’Olimpia Asuncion, risultando fra i migliori in campo.
Dopo il termine della sua carriera di calciatore, allenò i portieri di Fiorentina e Milan, e fu successivamente il preparatore delle squadre nazionali giovanili. Nella vita era un uomo buono, mite, un marito ed un padre speciale ed eccezionale. Appassionato di musica, bravissimo con la chitarra e dotato di una bellissima voce, era diventato un ottimo cantautore, ed il suo album “Spero che esistano gli angeli” era stato premiato con un diploma “ad honorem” per i contenuti dal grande Mogol. Particolarmente significativa la canzone scritta da Andrea “Glorie Viola”, che venne subito assunta quale inno ufficiale dalla nostra Associazione. Ciao Andrea, sarà impossibile dimenticarti. Ed ora sai che gli angeli esistono davvero, perché sei un angelo anche tu. Un grande abbraccio, ovunque tu sia, sarai sempre nei nostri cuori.

Roberto Romoli – Vice Presidente insieme a tutto il Consiglio dell’Associazione Glorie Viola