Ecco quanto costerà al Perugia la ripresa dell'attività e il ritorno in campo in Serie B

27.05.2020 13:02 di Redazione Perugia24.net   Vedi letture
Ecco quanto costerà al Perugia la ripresa dell'attività e il ritorno in campo in Serie B

Il consiglio direttivo della B ha confermato la linea: il campionato riprenderà da dove si è interrotto e proseguirà con il suo format, chiudendo quindi con play off e play out. Scrive Francesca Mencacci su La Nazione, che questo sempre che la stagione non subirà un’altra sospensione. Già, ma per portare a termine il campionato le società saranno costrette a seguire scrupolosamente il protocollo medico. Il Perugia fa i conti, quanto costerà la ripresa della stagione? Quale sarà la cifra da sborsare per chiudere l’annata? Il presidente Santopadre e i colleghi della cadetteria hanno stimato che serviranno circa quattrocentomila euro per coprire tutti i costi. Si va dai tamponi alle trasferte, per passare agli alberghi quando il Grifo giocherà lontano da casa e anche per la vigilia dei match al Curi. Il Perugia di Cosmi dovrà affrontare le trasferte di Ascoli, Cittadella, Pescara, Cosenza, Chiavari e Venezia, quella in Calabria è la meno agevole. Per poter affrontare i viaggi serviranno due pullman per il trasferimento del gruppo squadra, difficile ipotizzare l’utilizzo del charter anche per la trasferta in Calabria. Inoltre negli alberghi, stando al protocollo i giocatori e il resto della comitiva dovranno alloggiare tutti in camere singole. Alle spese di trasporto e albergo vanno sommati i costi per i tamponi, da effettuare ogni 4 giorni, le sanificazioni e controlli. Una parte sarà rimborsata e una parte sarà compensata dai diritti televisivi. Santopadre e i colleghi, nel caso in cui il campionato dovesse riprendere, possono contare su Dazn che in questo caso verserà l’ultima tranche della stagione 2019-2020 nelle casse dei club di Serie B. In particolare al Perugia arriverebbero circa 300mila euro.