Tornano a Todi gli Internazionali di tennis dell'Umbria: ci sarà da divertirsi anche quest'anno

06.06.2017 08:32 di Redazione Perugia24.net   Vedi letture
Fonte: Antonello Menconi
Tornano a Todi gli Internazionali di tennis dell'Umbria: ci sarà da divertirsi anche quest'anno

Tutto pronto per l'undicesima edizione dell'ATP Challenger di Todi, Internazionali di tennis dell'Umbria "Sidernestor Tennis Cup". Dal 17 al 25 giugno i professionisti della racchetta saranno protagonisti sul rosso del Tennis Club Todi 1971, per una tappa ormai tradizionale del circuito tennistico mondiale. In questi 10 anni sono passati a Todi tanti big: dall'ex n.1 del mondo, l’austriaco Thomas Muster, l’ex n.5 l’argentino Gaston Gaudio, entrambi vincitori del Roland Garros, il belga David Goffin, il bulgaro Dimitrov, i francesi Lucas Pouille e Benoit Paire, i "nostri" Filippo Volandri e Paolo Lorenzi, gli spagnoli Granollers e Ramos Vinolas gli argentini Mayer e Berlocq (due volte vincitore), il russo Kuznetsov, lo sloveno con passaporto britannico, due volte vincitore, Aljaz Bedene e l’indimenticabile Federico Luzzi. In più sono arrivati elogi alla manifestazione tennistica tuderte da parte di grandi personaggi del mondo del tennis: da Nicola Pietrangeli a Corrado Barazzutti, da Tonino Zugarelli a Vittorio Selmi, dal direttore degli Internazionali di Roma Sergio Palmieri fino alle firme storiche del mondo del giornalismo come Rino Tommasi e Gianni Clerici. Nomi che testimoniano il grande interesse suscitato dall’evento. Una Città d'arte che diventa un suggestivo e inconfondibile palcoscenico tennistico. Evento sportivo dunque ma anche straordinaria occasione per la promozione del territorio e delle eccellenze regionali. Una visibilità "super" garantita dalla copertura mediatica del circuito professionistico ATP, con numeri e dati davvero significativi. Oltre un milione di contatti sul web, per ogni torneo, fatti registrare dal portale della manifestazione, a cui si aggiungono la copertura televisiva (SKY, Supertennis), quella a mezzo stampa e quella sulle piattaforme social. 
L'edizione 2017 è stata illustrata nella rinnovata sede dell'ufficio turistico in Piazza del Popolo. Sono intervenuti il sindaco di Todi Dott.Carlo Rossini, il presidente del Tennis Club Todi e della Mef Tennis events, società organizzatrice del torneo, Marcello Marchesini, il direttore del Challenger l'ex campione azzurro e numero 20 del mondo Francesco Cancellotti, il presidente del Comitato regionale umbro della Fit Roberto Carraresi.
"Il torneo di Todi, numeri alla mano- ha affermato il Sindaco Rossini - rappresenta uno straordinario veicolo di promozione per la nostra città. Per questo, negli anni, abbiamo sostenuto gli sforzi dell'organizzazione guidata da Marcello Marchesini. Il turismo sportivo e la visibilità collegata a questo prestigioso evento tennistico rappresentano una grande risorsa per Todi". 
Marcello Marchesini ha ripercorso le tappe che dal 2007 hanno scandito la crescita della manifestazione. Primo step il salvataggio dell'impianto comunale del Tennis Club, che nel 2005 versava in condizioni di abbandono, con investimenti privati che hanno permesso di trasformarlo in uno dei circoli più prestigiosi d'Italia. Quindi la scommessa del torneo internazionale, sostenuta negli anni dalle varie amministrazioni e sopratutto da sponsor privati, su tutti gli investimenti dell'imprenditore Franco Pecci. Un decennio di tornei professionistici che ha prodotto numeri significativi sia per quanto riguarda il flusso turistico legato alla manifestazione sia in quanto a visibilità garantita dalla copertura mediatica del circuito mondiale del tennis. "Nonostante la congiuntura economica non proprio favorevole - ha affermato Marchesini - siamo riusciti con tenacia a dare continuità all' evento cercando di coinvolgere il più possibile ogni parte attiva della città, a volte con successo altre volte senza purtroppo ricevere un riscontro positivo. Per esempio quest'anno avevamo in mente di realizzare un evento nell'evento portando sulla Piazza del Popolo di Todi personaggi del mondo dello spettacolo, ex campioni come Barazzutti e campioni in attività per un match spettacolo il cui ricavato sarebbe andato alle popolazioni colpite dal sisma. L'esibizione- ha aggiunto Marchesini- sarebbe stata seguita da Sky Sport 24 con vari collegamenti dalla Piazza di Todi. Per realizzare tutto ciò abbiamo chiesto la collaborazione all'associazione Loop che con grande merito sta realizzando in città diverse iniziative di successo. Purtroppo da parte loro ci è stata negata la possibilità di utilizzare il campo di calcio a 5, installato per il torneo dei rioni, per trasformarlo, per un paio d'ore, in un campo da tennis. Peccato, sarebbe stata una bella vetrina per tutta la città. Ricordo infine che l'ingresso a tutti i match del torneo sarà gratuito, proprio per avvicinare tutta la città alla manifestazione e sarà possibile fare delle donazioni al comune di Norcia per la ricostruzione del Tennis Club cittadino oppure all'associazione "I love Norcia" per vari progetti sociali. Francesco Cancellotti si è soffermato invece sul lato tecnico del Challenger di Todi: "un tabellone di altissimo livello - ha affermato l'ex campione perugino - con tre top 100 e quasi tutti i migliori italiani, in particolare Simone Bolelli che, dopo gli infortuni patiti, sta piano piano tornando ai risultati degli anni passati che lo avevano portato intorno alla 30esima posizione mondiale".