Una notte di intensi controlli ovunque nelle strade dell'Umbria: grande spiegamento di forze

31.12.2020 16:30 di Redazione Perugia24.net   Vedi letture
Una notte di intensi controlli ovunque nelle strade dell'Umbria: grande spiegamento di forze

Un Capodanno «sottotono» con l'Italia in zona rossa fino al 3 gennaio e per l’addio al vecchio anno che stiamo per lasciarci alle spalle, segnato da una pandemia drammatica, torneranno in vigore i divieti più stringenti che hanno già caratterizzato queste festività natalizie. Scrive La Nazione che saranno vietati assembramenti e niente feste in piazza come da tradizione: la notte a cavallo tra stasera e domani mattina, il coprifuoco (con inizio alle 22) sarà esteso fino alle 7 anziché alle 5. Non sarà possibile dunque spostarsi tra Regioni e Comuni diversi, salvo le comprovate necessità di salute o lavoro. Per Capodanno, alta la guardia sul corretto utilizzo dei fuochi pirotecnici - che potranno essere eseguiti, ma sempre nel rispetto delle normative anti Covid-19 – ma anche nei confronti della chiusura dei locali di pubblico spettacolo (come ad esempio bar, discoteche e sale da ballo) e degli assembramenti in genere. «Non viene esclusa quindi - sottolinea il questore di Perugia Antonio Sbordone - nonostante la cittadinanza risulti aver compreso l’importanza del rispetto di determinati comportamenti, l’ipotesi di organizzazione di festeggiamenti che potrebbero portare ad assembramenti pericolosi in locali notturni da ballo o strutture, all’occasione, adibite a feste private. In tal caso le Forze di Polizia interverranno con il massimo rigore». Un avvertimento per scoraggiare qualsiasi comportamento scorretto durante la notte di San Silvestro. Annullato anche lo spettacolo pirotecnico della mezzanotte in centro storico. «È stato un segno di sobrietà, da parte di tutta la giunta, visto il tempo che viviamo – spiega l’Assessore alla cultura del Comune di Perugia, Leonardo Varasano – Non ci è sembrato opportuno organizzarlo con la pandemia in corso, anche nel rispetto delle vittime». Nell’ottica del rispetto delle norme anti Covid, la Questura di Perugia ha disposto una intensificazione di controlli in tutta la provincia del capoluogo per la notte del 31 dicembre. Il piano elaborato è stato discusso ieri pomeriggio nel corso di un tavolo tecnico interforze presieduto dal Questore. La presenza triplicata di pattuglie sul territorio permetterà non solo di garantire la sicurezza e il rispetto del dpcm, ma anche di «proteggere» da eventuali atti criminali il gran numero di vaccini in arrivo in Umbria. Servizi di scorta, potenziali criticità, analisi del trasporto ed aree di stoccaggio: argomenti affrontati dal Comitato provinciale per l’Ordine e la Sicurezza per condividere tutte le informazioni necessarie sulla la gestione dei vaccini anti Covid-19 in arrivo nella nostra regione.