Questo Perugia di Alvini fa davvero divertire: ma quante emozioni al Vigorito!

03.10.2021 22:49 di Redazione Perugia24.net   vedi letture
Fonte: Marco Lombardi
Questo Perugia di Alvini fa davvero divertire: ma quante emozioni al Vigorito!

E' terminato senza vincitori nè vinti Benevento-Perugia, posticipo che ha chiuso la 7a giornata di Serie B. Zero gol, ma tante emozioni al 'Vigorito'. Parte forte la Strega, che sfiora il vantaggio con un diagonale di Elia, ex di turno. Passato lo spavento, il Grifo esce dal guscio e prova ad affacciarsi dalle parti di Paleari. Gara godibile e ritmi sostenuti. Prende coraggio il Perugia, che prima si vede annullare un gol di Segre, in chiara posizione di fuorigioco, poi mette i brividi a Paleari con una staffilata di Kouan fuori di un soffio. Il Benevento risponde con una conclusione di Calò intercettata da Angella, che per poco non inganna Chichizola. Lievita la truppa di Alvini: al 25' è De Luca a mancare la deviazione vincente da distanza ravvicinata, un giro di orologio e Kouan, su assist di Matos, calcia a lato da ghiottissima posizione. Sanniti in affanno, insistono gli umbri. Alla mezz'ora ci prova Lisi, senza fortuna; l'esterno biancorosso si ripete poco dopo, in rovesciata, ma Paleari fa buona guardia. La Strega si scuote e Chichizola deve superarsi per rintuzzare un sinistro al fulmicotone di Insigne. Chiude in avanti la squadra di Caserta, che si rende nuovamente pericolosa con Vogliacco, la cui incornata sorvola la traversa. L'ultimo assalto lo porta Acampora: sinistro dalla distanza, Chichizola neutralizza. Squadre al riposo sullo 0-0. 

Nella ripresa, pronti via e Lapadula, divincolatosi dalla marcatura di Zanandrea, colpisce di testa, ma non trova lo specchio della porta per questione di centimetri. Pimpante e volitiva la Strega, che al 51' passerebbe anche in vantaggio, se solo l'arbitro non ravvisasse una posizione di fuorigioco di Inisgne, lesto a ribadire in rete una respinta prodigiosa di Chichizola su gran botta di Acampora. Stenta a reagire il Grifo, sorpreso dall'avvio arrembante dei padroni di casa. La partita, intanto, si scalda e fioccano i cartellini gialli: ne fanno le spese Letizia e Lapadula. Alvini capisce che è il momento di mescidare le carte e getta nell'agone Falzerano e Santoro per Lisi e Burrai; Caserta risponde richiamando Insigne e inserendo Moncini. Che appena entrato per poco non pesca il gol, evitato dal tacco salvifico di Zanandrea. Spinge il Benevento: conclusione di Elia, palla che accarezza l'esterno della rete. Il Perugia sbanda, ma al 73', a sorpresa, fa sobbalzare il 'Vigorito' con un siluro di Kouan che timbra il montante. Nuova girandola di cambi: Caserta pesca dal mazzo Brignola, Viviani e Tello, nel tentativo di trovare nuova linfa. Alvini toglie De Luca e spedisce in campo Carretta. Umbri ancora vicinissimi al gol, questa volta con Matos, ben assistito da Falzerano; Paleari miracoleggia e tiene a galla i suoi. Forcing finale del Perugia, che cerca di fare sua l'intera posta. L'ultimo brivido lo regala Matos, di testa, ma la palla non vuole saperne di entrare. Per Marinelli di Tivoli può bastare così: finisce 0-0. Il Benevento sale a quota 12 e aggancia il Cittadella; il Perugia insegue a una lunghezza.