Prepariamoci ad una vita da reclusi dal 21 dicembre al 6 gennaio: lo ha detto Giuseppe Conte

03.12.2020 22:23 di Redazione Perugia24.net   Vedi letture
Prepariamoci ad una vita da reclusi dal 21 dicembre al 6 gennaio: lo ha detto Giuseppe Conte

Conte in conferenza stampa ha illustrato il nuovo Dpcm. "In un sistema libero e democratico non possiamo entrare nelle case dei cittadini con stringenti limitazioni ma solo una forte raccomandazione: non ricevere a casa persone non conviventi, soprattutto in queste occasioni" del Natale e Capodanno. "La cautela è essenziale per proteggere i nostri cari, in particolare i più anziani".Lo dice il premier Giuseppe Conte in conferenza stampa a Palazzo Chigi. "Ci saranno ulteriori restrizioni nel periodo 21 dicembre 6 gennaio. Vietati tutti gli spostamenti tra Regioni anche per raggiungere le seconde case". "A Natale, Santo Stefano e primo gennaio anche vietati gli spostamenti da un comune all'altro". "Ci si potrà sempre spostare per motivi di lavoro salute e necessità e nei casi di necessità ricorre anche l'iniziativa di prestare assistenza a persone non autosufficienti", spiega il premier. "In ogni caso sarà sempre consentito il rientro nel comune dove si ha residenza, domicilio o dove è la proprio abitazione: questo permetterà il ricongiungimento alle coppie lontane e distanti per motivi di lavoro ma che convivono con una certa periodicità nella stessa abitazione di ricongiungersi", aggiunge.