A Perugia tante soddisfazioni ed ora Davide è pronto a tornare in Italia dopo cinque anni

25.01.2021 18:42 di Redazione Perugia24.net   Vedi letture
A Perugia tante soddisfazioni ed ora Davide è pronto a tornare in Italia dopo cinque anni

Davide Lanzafame torna in Italia e aspetta una nuova chiamata. L'attaccante italiano classe '87 ha risolto il proprio contratto con l'Adana Demirspor, club di seconda divisione turca, ed è rientrato a casa in attesa del progetto giusto per ripartire, magari stavolta proprio nel suo Paese di nascita dopo il vincente e convincente girovagare all'estero degli ultimi cinque anni. Un'avventura raccontata dallo stesso Lanzafame in esclusiva alla nostra redazione di TuttoMercatoWeb.com, tra traguardi passati e obiettivi futuri: "Ho risolto il contratto che mi legava all'Adana Demirspor per dei problemi personali e adesso sono rientrato in Italia. Mi sto guardando intorno, ho già avuto diverse richieste all'estero, ma non mi hanno entusiasmato", esordisce l'ex calciatore tra le tante di Juventus, Parma, Bari ed anche del Perugia.

Dopo aver salutato il Novara nell'agosto 2016, questi ultimi cinque anni l'hanno vista trionfare in Ungheria con le maglie di Honved e Ferencvaros, prima di volare in Turchia: che bilancio fa di questa lunga esperienza all'estero?
"Il mio bilancio è sicuramente positivo. Sono molto contento e soddisfatto di quello che ho fatto, soprattutto in Ungheria. Col Ferencvaros ho vinto il campionato, con l'Honved campionato e Coppa. Inoltre, sono stato il capocannoniere del Nemzeti Bajnokság I (Lega Nazionale 1, ndr) sia nel 2017-2018 che nel 2018-2019. Come potrei lamentarmi?".

Cosa non è andato invece in Turchia?
"Dopo quattro anni fantastici in Ungheria avevo bisogno di una sfida diversa e la scorsa estate ho scelto quindi l'Adana. È vero, in Turchia le cose non sono andate come mi aspettavo e non solo per un discorso calcistico, ma anche questa esperienza è stata comunque formativa per me. Mi ha fatto conoscere una nuova realtà e arricchito umanamente, oltre che professionalmente".

E ora che si fa?
"Sto vedendo se arriva una chiamata che mi possa allettare. Vengo da cinque anni all'estero e non mi faccio preclusioni, ma qualora ci fosse qualcosa di interessante lo valuterei anche in Italia. Cerco un ambiente serio, dove si possa lavorare bene. Cerco progetti e idee chiare".