Stasera si gioca Gubbio-Legnago al "Barbetti"

25.10.2020 16:50 di Redazione Perugia24.net   Vedi letture
Stasera si gioca Gubbio-Legnago al "Barbetti"

Questa sera alle ore 20:30 l’impianto “Pietro Barbetti” sarà teatro del match tra Gubbio e Legnago Salus. Ricordiamo che la gara si sarebbe dovuta giocare alle ore 15:00, ma a causa di un’istanza presentata dagli ospiti che hanno annoverato tra le proprie fila due calciatori positivi al coronavirus, essa è stata posticipata in orario serale.

Si affronteranno due squadre che ai nastri di partenza avrebbero dovuto lottare per mantenere la categoria, ma ciò lo si è potuto intravedere solo tra le fila degli umbri. Difatti, i padroni di casa ad oggi presidiano la penultima posizione della classifica dopo sole sei giornate di campionato. Ad oggi essi non hanno ancora vinto una gara, bensì hanno perso ben quattro volte, pareggiando le restanti due contro Arezzo e Sudtirol, riuscendo ad ottenere altrettanti punti. Le sconfitte invece sono arrivate contro degli avversari di alto blasone, quali Modena, Sambenedettese, Cesena e Fermana. Al contrario gli avversari, nonostante fossero stati ripescati ad inizio stagione dal campionato di Serie D, si sono presentati bene nel corso delle battute iniziali del raggruppamento B di Serie C, tanto da conquistare nove punti in sei uscite, valevoli che ad oggi gli valgono la 13esima posizione. Essi hanno provato il primo boccone amaro solamente nell’ultima uscita, nel corso della quale tra le mura amiche hanno perso contro il Perugia per 0-2. Prima ancora però i veneti avevano vinto due match e pareggiati tre; i tre punti sono arrivati contro il Ravenna e la Triestina, in quest’ultimo caso contro un avversario di grandissima caratura che punta a primeggiare nel raggruppamento B. Al contrario, i pareggi sono stati ottenuti contro Vis Pesaro, Virtus Verona e Padova.

Il match tra Gubbio e Legnago si ripropone dopo ben 41 anni di distanza dall’ultimo scontro tra i due sodalizi. Era la stagione 1978/79 quando esse militavano nel campionato di Serie D e dunque si affrontarono in due occasioni. Curioso il match d’andata, che vide Gubbio e Legnago affrontarsi su un campo innevato, con un seguente pareggio a reti bianche per 0-0. Al ritorno invece furono i biancazzurri a spuntarla grazie alle reti di Lupato e Bertagna, che valsero il 2-0 finale.

QUI GUBBIO: la squadra di mister Vincenzo Torente risulta decimata a causa dei diversi infortuni e delle positività da coronavirus. Dopo le espulsioni subite nel match contro il Cesena, è tornato a disposizione dell’organico il centrale di difesa Signorini. Non saranno del match Cinaglia e Pasquato, i quali dovranno scontare la loro squalifica. In attacco oltre all’ex Juventus, assente un altro top player, ovvero Juanito Gomez, che nonostante il risultato del tampone negativo nella giornata di ieri, è costretto ad attendere l'idoneità dell'Asl. Inoltre non sarà della gara il difensore Formiconi. Infine, torna a disposizione del gruppo De Silvestro. Saranno dunque delle scelte forzate quelle optate dal tecnico in serata.

QUI LEGNAGO: per i veneti situazione leggermente migliore, nonostante due assenze non documentate a causa del coronavirus. Sono comunque tre gli assenti, e due di essi dovrebbero essere colo che hanno contratto il covid-19. Parlano del difensore Senese e degli attaccanti Brosco e Sgarbi. Al netto di ciò, sono solo quattro gli attaccanti chiamati da mister Massimo Bagatti, ovvero Chakir, Rolfini, Morselli e Grandolfo, con il secondo e l’ultimo che dovrebbero dunque partire titolari. Al centro della difesa, invece, sia Bondioli che Perna dovrebbero esser riconfermati, causa l’assenza di Senese.

Gubbio (4-3-1-2): Chucchietti, Migliorelli, Uggè, Signorini, Munoz, Oukhadda, Malacarri, Sdaigui, Maza, Gerardi, De Silvestro. A disp: Zamarion, Montanari, Sorbelli, Ferrini, Megelaitis, Lovisa, Pellegrini, Ceppodomo. All: Vincenzo Torrente.

Legnago (4-3-1-2): Pizzignacco, Ricciardi, Perna, Bondioli, Zanoli. Bulevardi, Yabre, Ranelli, Giacobbe, Morselli, Grandolfo. A disp: Pellizzari, Ruggero, Girgi, Antonelli, Carannante, Zanetti, Gasperi, Morselli, Chakir, Rolfini. All: Massimo Bagatti.

Arbitro: Mario Saia di Palermo (Arena-Spagnolo). IV Uomo: Calzavara