Quale Perugia in campo a Pescara? Ci saranno delle scelte da fare

09.07.2020 17:00 di Redazione Perugia24.net   Vedi letture
Quale Perugia in campo a Pescara? Ci saranno delle scelte da fare

Pescara e Cosenza, due trasferte ravvicinate, la prima domani sera l’altra lunedì. Scrive Francesca Mencacci su La Nazione che sono tappe che valgono il futuro biancorosso. La salvezza potrebbe arrivare in casa-Grifo in soli quattro giorni. Chiudere un capitolo che il Perugia non avrebbe mai voluto e forse dovuto aprire. Tra la squadra di Cosmi e il traguardo ci sono di mezzo due squadre che ambiscono allo stesso obiettivo, il Pescara, o a trovare almeno un approdo nei play out. Gli abruzzesi sono reduci da un cammino simile a quello del Grifo ma per cambiare le carte in tavola hanno scelto di sostituire il tecnico. Il Cosenza, invece, è in piena zona retrocessione ma ha ancora qualche margine per sperare negli spareggi e soprattutto è tra le squadre più in forma dopo la ripresa, con sette punti conquistati in quattro gare (due vittorie, un pareggio e una sconfitta), ma domani se la vedrà in trasferta con lo Spezia e questo potrebbe complicare la strada dei calabresi. Tra il Perugia e il traguardo a breve c’è di mezzo l’emergenza. Situazione generata da infortuni ma anche da atteggiamenti poco sportivi che andrebbero evitati che costringono Cosmi a dover affrontare le gare con scelte obbligate. Per il viaggio che il Grifo intraprenderà oggi l’allenatore biancorosso porterà anche Angella e Gyomber: i due difensori stanno lavorando intensamente per recuperare dai rispettivi infortuni, la sensazione è che per la prima sfida, quella di domani, potranno trovare al massimo posto in panchina, mentre per la gara in Calabria uno dei due potrà trovare spazio nella formazione titolare. Gyomber appare in lieve vantaggio ma dipenderà dai prossimi giorni di allenamento. In difesa, per le prossime tre partite mancherà Sgarbi che è stato fermato per tre giornate. Scelte obbligate. In porta Cosmi potrebbe scegliere anche di riportare tra i pali Vicario: il portiere si allena con una mascherina protettiva, si sente pronto, il tecnico sta valutando se lanciarlo già a Pescara. In difesa, invece, sono appena tre i calciatori a pieno ritmo: Rosi, Rajkovic (che giocherà al centro del pacchetto arretrato) e Falasco rientrato dall’infortunio. A centrocampo, invece, Cosmi confermerà Carraro in regia e Nicolussi Caviglia nel centro-sinistra, per il posto lasciato libero da Falzerano (squalificato per due giornate) sono in ballottaggio Kouan e Dragomir, con il primo che parte in vantaggio. Sulle corsie laterali, invece, ci saranno Mazzocchi e Di Chiara (al rientro dopo le due giornate di squalifica). Attacco che non punge. Diego Falcinelli partirà con la squadra. L’attaccante ha recuperato in fretta dal fastidio alla caviglia, non è ancora al meglio della condizione ma a Pescara troverà posto in panchina. In campo scenderanno Melchiorri e Iemmello, due che hanno un legame particolare con il club abruzzese. Melchiorri è un ex, il Pescara lo ha cercato con insistenza nelle ultime sessioni di mercato, mentre Iemmello è stato vicino al Delfino proprio l’ultimo giorno di mercato invernale.