Le pagelle del Perugia a Brescia

14.05.2022 22:00 di Redazione Perugia24.net   vedi letture
Le pagelle del Perugia a Brescia

Perugia

Chichizola 6,5 - Compie alcuni interventi decisivi, che tengono a galla la squadra fino alla fine.

Sgarbi 6 - Gara attenta del centrale, che deve fare i conti prima con l'esuberanza di Tramoni, poi con la velocità di Jagiello ma si fa sempre trovare pronto.

Curado 5,5 - Offre una buona prova, lottando pallone su pallone con Moreo. Unica, pesante macchia sulla sua gara l'ingenuo braccio largo che costa il rigore ai biancorossi.

Dell’Orco 6 - Primo tempo Dal 46' Zanandrea 5 - Lascia colpevolmente libero un corridoio fatale in occasione del pareggio di Aye.

Falzerano 6 - Per buoni tratti del match uno dei più attivi di marca biancorossa. Gioca tanti palloni e va spesso al cross. Cala nella ripresa. Dal 73' Ferrarini 5 - L'eroe della gara col Monza si fa vedere poco e non entra mai in partita. Nel finale tiene in gioco Bianchi in occasione del 3-2.

Segre 5 - Prova scialba del centrocampista ex Venezia, che si nasconde per tutto il match. Dal 64' Santoro 6 - Porta tanto dinamismo e corsa. Trova il gol, ma a gioco fermo.

Burrai 6,5 - Vero faro della manovra perugina. Aperture col contagiri, verticalizzazioni, grande visione di gioco. Unica pecca il giallo per proteste.

Beghetto 6,5 - Uno dei più pericolosi del Perugia. Suo lo splendido assist per Kouan sul vantaggio biancorosso, suoi una grande quantità di traversoni non sempre sfruttati dai compagni. Dal 100' Carretta 6,5 - Entra alla grande in partita, servendo a Matos il pallone del nuovo vantaggio al termine di una bella azione personale.

Kouan 6,5 - Fa da attaccante, mediano e difensore. Uomo ovunque l'ivoriano, che sblocca la gara con un bel colpo di testa e sfiora la doppietta in chiusura di primo tempo. Dal 73' D'Urso 5 - Semplicemente non pervenuto.

Olivieri 5,5 - Va a folate, alternando dribbling ubriacanti a giocate di grande sufficienza. Dall'88' Matos 6,5 - Illude i grifoni con il gol del momentaneo 2-1. Gli uomini di qualità si fanno vedere nei momenti importanti.

De Luca 6 - Lotta strenuamente fino alla fine contro gli attenti difensori bresciani. Non riesce quasi mai a rendersi pericoloso, anche se nel finale sfiora l'eurogol, ma guadagna una sufficienza meritata per abnegazione.

Massimiliano Alvini 6,5 - Mette in campo una squadra quadrata che se la gioca fino alla fine. Prova di grande personalità.