La Sir Safety Conad Perugia si gode il primato in classifica e domenica c'è Ravenna al PalaBarton

19.10.2020 17:29 di Redazione Perugia24.net   Vedi letture
La Sir Safety Conad Perugia si gode il primato in classifica e domenica c'è Ravenna al PalaBarton

Due giorni di riposo per la capolista!
Sono 48 le ore di libertà concesse da Vital Heynen ai suoi ragazzi all’indomani della splendida ed importante vittoria della Sir Safety Conad Perugia capace di espugnare ieri il difficile campo dell’Itas Trentino in quattro set.
Tre punti che certificano il primato dei Block Devils, a punteggio pieno con 18 punti in 6 partite e solo due set persi, e che soprattutto consolidano le qualità di una squadra che, nonostante un avvio di stagione non al completo, sta confermando grandi doti tecniche, una tenacia di ferro ed una compattezza di gruppo encomiabile.
I ragazzi potranno dunque respirare un po’, espellere le tossine accumulate e recuperare le tante energie spese in questo avvio stagionale (9 partite ufficiali praticamente in un mese considerando anche la Supercoppa) e si ritroveranno mercoledì mattina al PalaBarton per riprendere il lavoro dal punto di vista tecnico e per cominciare a preparare il prossimo appuntamento in programma, il match casalingo di domenica prossima contro la Consar Ravenna valido per la settima giornata di campionato. La parentesi di Trento si chiude con le parole dei protagonisti. Parole dalle quali emerge distintamente come la vittoria della BLM Group Arena sia arrivata grazie ad una grande prestazione di squadra.
“È stata una bella partita di squadra”, esordisce proprio così il regista Dragan Travica. “Non abbiamo giocato al meglio delle nostre potenzialità, ma contro un avversario del genere credo sia normale. Lo sapevamo e siamo stati pazienti, ritrovando il nostro gioco dopo un primo set brutto. Nel quarto ci aspettavamo una grande battaglia, siamo stati lì a battagliare, la differenza l’hanno fatta le piccole cose ed è andata bene a noi”.
“Una vittoria di squadra tra le più belle di quest’anno finora”, l’eco arriva dal centrale Sebastian Solè. “Abbiamo avuto diversi momenti difficili nel match, ma siamo stati sempre sul pezzo, giocando palla dopo palla, e penso che l’abbiamo vinta proprio grazie alla nostra voglia ed aggressività. Nel primo set loro sono partiti fortissimo in battuta ed in difesa, noi abbiamo perso il filo del gioco. Poi dal secondo set lo abbiamo ritrovato facendo anche delle belle giocate. Loro erano carichi, sono sicuramente una delle squadre più forti del campionato, eravamo fuori casa. Non era facile, ma abbiamo messo tutto quello che avevamo e siamo felici per la vittoria”.
Tra i protagonisti di ieri certamente anche Roberto Russo, gettato nella mischia da Heynen nel secondo set ed autore di una ottima performance. Tanti fatti in campo, poche, ma importanti, parole fuori dal rettangolo di gioco.  
“Sto bene, sto ormai recuperando dall’infortunio. Per me era importunate aiutare la squadra, ci sono riuscito e sono felice. Quanto conta la vittoria? Vincere è sempre meglio, ci aiuta ad andare in palestra con più tranquillità. Sapevamo che a Trento sarebbe stata difficile contro una squadra molto forte in battuta ed attacco. Così è stato, abbiamo avuto difficoltà, ma siamo stati bravi a portarla a casa”.