L'aggiornamento sui colori delle regioni: l'Umbria resta arancione almeno sino al 3 dicembre, poi si vedrà

28.11.2020 13:30 di Redazione Perugia24.net   Vedi letture
L'aggiornamento sui colori delle regioni: l'Umbria resta arancione almeno sino al 3 dicembre, poi si vedrà

L‘indice di contagio Rt nazionale si abbassa a 1,08 e, anche se 10 Regioni restano ancora a rischio alto, dopo l’ultimo monitoraggio dell’Iss sulla situazione dei contagi Covid in Italia, 5 di loro cambiano colore.

Ad oggi, l’Italia era così suddivisa:

zona gialla: Lazio, Molise, Provincia autonoma di Trento, Sardegna, Veneto.

zona arancione: Basilicata, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Marche, Puglia, Sicilia, Umbria.

zona rossa: Abruzzo, Calabria, Campania, Lombardia, Piemonte, Provincia autonoma di Bolzano, Toscana, Valle d’Aosta.

L'Umbria non cambia. La prima Regione a cambiare colore è stata ufficialmente il Piemonte.Diversa la situazione per la Lombardia, il cui destino è stato incerto fino all’ultimo. Dopo un braccio di ferro durato giorni tra il governatore della Lombardia Attilio Fontana e il ministro della Salute Roberto Speranza, ora è certo: la Lombardia cambia ufficialmente colore e come il Piemonte viene promossa a zona arancione. A cambiare colore è anche la Calabria: lascia la zona rossa per l’arancione. In zona rossa per ora dunque restano Abruzzo, Campania, Provincia autonoma di Bolzano, Toscana e Valle d’Aosta. Le altre due Regioni che cambiano colore sono Liguria e Sicilia, che da arancioni diventano gialle. L’ufficializzazione del passaggio a zona arancione per Lombardia, Piemonte e Calabria e a zona gialla per Liguria e Sicilia arriverà domenica 29 novembre, quando il ministro della Salute Roberto Speranza firmerà una nuova ordinanza. Rinnovate invece le misure per Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Marche e Toscana. Il Ministro della Salute, Roberto Speranza, firmerà infatti una nuova ordinanza con cui proroga le misure restrittive vigenti relative a queste Regioni. L’ordinanza sarà valida fino al 3 dicembre 2020.

Questa la nuova mappa dopo il 29 novembre

Dopo il 29 novembre, dunque, la nuova suddivisione sulla cartina sarà così:

zona gialla: Lazio, Liguria, Molise, Provincia autonoma di Trento, Sardegna, Sicilia, Veneto.

zona arancione: Basilicata, Calabria, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Marche, Piemonte, Puglia, Umbria.

zona rossa: Abruzzo, Campania, Provincia autonoma di Bolzano, Toscana, Valle d’Aosta.