"Diciamo che il Perugia non ha rispettato le attese..."

31.07.2020 07:30 di Redazione Perugia24.net   Vedi letture
"Diciamo che il Perugia non ha rispettato le attese..."

“La Juve ha sofferto perché dobbiamo considerare anche il lockdown che ha complicato le cose. Ma alla fine ha vinto. Tanto di cappello, chi vince ha sempre ragione. Per vedere ciò che ci ha abituati a vedere Sarri dovremo aspettare il prossimo anno, quando la squadra sarà fatta a sua immagine e somiglianza”. Così a TuttoMercatoWeb Stefano Colantuono commenta la stagione della Juventus, che ha comunque portato a casa lo Scudetto.

E l’Atalanta?
“Sensazionale. Davvero. Non ci sono più aggettivi. Questa squadra ci fa emozionare, non molla mai. Farà bene anche in Champions”.

Beh, in Champions dovrà vedersela con il PSG...
“Si, ma anche il PSG dovrà vedersela con l’Atalanta che non è un bel cliente”.

Peccato per Ilicic...
“È nel suo momento migliore da quando è arrivato in Italia. Nel ruolo insieme al Papu Gomez è tra i migliori interpreti nel ruolo. Però c’è Malinowski che s’è dimostrato un grande talento. E anche Pasalic”.

In Serie B ha deluso l’E,poli.
“L’Empoli aveva obiettivi diversi e i mezzi per fare un campionato di vertice, come la Cremonese. Chi ha mantenuto gli obiettivi sono stati Benevento e Crotone. Per il resto tanto equilibrio. La griglia dei playoff sarà molto bella da vedere. Se l’Empoli dovesse qualificarsi avrebbe possibilità di vincere i playoff”

Hanno deluso Pescara e Perugia.
“Non mi piace parlare di delusione. Diciamo che non hanno rispettato le attese”.

Cambierà qualche panchina a ridosso dei playoff. Ci pensa, mister?
“Non so se cambieranno panchine a ridosso dei playoff. Chi sta fuori però deve guardare con attenzione tutto quello che succede”

Dalla panchina alla scrivania. Delneri è il nuovo direttore tecnico del Brescia. È un ruolo a cui potrebbe pensare anche lei in futuro?
“Gigi ha conoscenze ed esperienza per fare un lavoro del genere. È stato in club importanti, potrà fare bene anche nel nuovo ruolo. Per chi è stato tanti anni sul campo andando avanti con l’esperienza le conoscenze possono portare a fare questo ruolo. Io posso ancora disimpegnarmi sul campo, ma in futuro chissà...”

Talenti della B: la Lazio riporterà a casa Kiyine della Salernitana.
“L’ho fatto giocare nel primo anno a Salerno. Quest’anno si è riproposto. È un giocatore con dei mezzi tecnici notevoli, può giocare in vari ruoli. Deve essere continuo, ma dal punto di vista tecnico non si discute. Tecnicamente non ha nulla da invidiare a nessuno”.