Deroghe in Umbria per il pubblico negli impianti sportivi

14.10.2020 15:33 di Redazione Perugia24.net   Vedi letture
Deroghe in Umbria per il pubblico negli impianti sportivi

La Regione potrebbe aumentare la capienza di alcuni impianti sportivi al chiuso, con un occhio particolare al PalaBarton di Perugia, dove giocano le due squadre di volley di Serie A, la Sir e la Bartoccini. Scrive La Nazione che il Dpcm firmato dal presidente del Consiglio dei ministri, Giuseppe Conte e dal ministro della Salute, Roberto Speranza, spiega infatti che per gli eventi e le competizioni sportive degli sport individuali e di squadra, è prevista «una percentuale massima di riempimento del 15% rispetto alla capienza totale e comunque non oltre il numero massimo di 1.000 spettatori per manifestazioni sportive all’aperto e di 200 spettatori per manifestazioni sportive in luoghi chiusi». C’è però un «ma» in questo caso: «Le Regioni in relazione all’andamento della situazione epidemiologica nei propri territori, possono stabilire, d’intesa con il ministro della Salute, un diverso numero massimo di spettatori in considerazione delle dimensioni e delle caratteristiche dei luoghi e degli impianti». E questa sembra la scelta che potrebbe fare la Regione: domani la presidente Donatella Tesei potrebbe firmare un’ordinanza in cui autorizza intanto il PalaBarton a ospitare più di 200 spettatori: il 15% di 4mila ammonta infatti a 600 spettatori. Lo scorso 10 settembre venne fatto entrare il 25% del limite massimo del pubblico. E intanto si chiariscono alcuni aspetti, sempre per lo sport, relativi al Dpcm. Potranno infatti partire anche i campionati delle discipline di contatto come calcio e basket degli enti di promozione sportiva come il Centro sportivo italiano (Csi) e l’Unione sport per tutti (Uisp) che annoverano decine e decine di squadre iscritte in tutta l’Umbria. Vietate invece le partite amichevoli, quelle cioè che si svolgono negli impianti sportivi tra amici. E ciò anche se gli atleti presentano l’autocertificazione.