Con il pareggio del Padova, ora il Perugia può essere "potenzialmente" in testa alla classifica

22.02.2021 08:01 di Redazione Perugia24.net   vedi letture
Con il pareggio del Padova, ora il Perugia può essere "potenzialmente" in testa alla classifica

Al "Druso" fra Sudtirol e Padova è stato di 1-1 il punteggio finale. Così il Perugia ha rosicchiato due punti al Padova ed ora è a cinque lunghezze, ma con due gare da recuperare. Una partita molto vibrante ed interessante nella prima frazione chiusa con il vantaggio dei padroni di casa, mentre nella seconda frazione abbiamo assistito ad un forcing piuttosto costante dei biancoscudati fino alla rete del pareggio. Alla luce di quanto visto il risultato della contesa fotografa con precisione l'andamento della contesa durante i 95' minuti. La truppa di Andrea Mandorlini mantiene quindi un margine di vantaggio di quattro lunghezze sul Modena, che si porta al secondo posto mentre i bolzanini al terzo si fanno raggiungere dal Perugia. Prestazione molto valida comunque della truppa di mister Vecchi alle prese con numerose assenze: Odogwu e Gatto alle prese con uno stiramento muscolare, Malomo il quale ha riportato un edema al nervo del polpaccio mentre Marchi sempre al polpaccio lamenta elongazione muscolare oltre agli squalificati El Kouakibi e Vinetot. Sull'altra sponda assente Hallfredsson per un problema muscolare. A livello tattico 4-3-1-2 per i padroni di casa a cui rispondono gli ospiti schierandosi con il 4-3-3. Buono l'approccio mentale del Padova sul piano del palleggio e della personalità. Al 7' cross da destra di Chiricò a cercare la deviazione sul fondo di Bifulco da posizione favorevole. Rispondono i padroni di casa, cross di Fink in mezzo all'area dove l'intervento di Rossettini non è perfetto favorendo il destro di Voltan sopra la traversa. La rete del numero 7 è rimandata di pochi minuti, al 35' riceve la palla da dentro l'area spostato sulla sinistra indirizzandola all'angolo opposto. La seconda frazione vede la capolista posizionarsi nella metà campo avversaria con continuità, si susseguono angoli e mischie in area del Sudtirol. Della Latta attorno al 20' sfiora il pareggio di testa in due circostanze: nella prima circostanza è Poluzzi ad intervenire mentre nella seconda la sua deviazione aerea si perde a lato di pochissimo. La rete arriva a otto minuti dal termine: angolo da destra di Chiricò a trovare la deviazione vincente in mezzo all'area di Curcio. Vediamo i migliori e i peggiori del confronto.