Le pagelle del Perugia nel derby con la Ternana

19.12.2021 18:48 di Redazione Perugia24.net   vedi letture
Fonte: Daniele Vitiello
Le pagelle del Perugia nel derby con la Ternana

PERUGIA
Chichizola 5.5 - Prende gol sul suo palo e, nonostante la distanza ravvicinata, la sensazione è che potesse coprirlo meglio.

Sgarbi 6.5 - Non si limita alla fase difensiva e palla al piede dimostra una certa consapevolezza dei suoi mezzi.

Curado 6 - Primo tempo più tranquillo rispetto al secondo, ma limita i danni anche quando cresce l’impeto dell’attacco della Ternana.

Dell’Orco 7 - Puntuale in chiusura, non si tira indietro quando c’è da partecipare alla costruzione del gioco concedendo un appoggio e soluzioni ai compagni.

Falzerano 6 - Oggi un diesel che aumenta i giri alla lunga. Inizio soft, poi inizia a spingere, anche se regala pochi suggerimenti agli attaccanti. Dall’88’ Vanbaleghem SV.

Segre 6 - Meno propositivo del solito e anche meno efficace quando si presenta dalle parti di Iannarilli. La sostanza non manca in fase di non possesso.

Burrai 6 - In leggera sofferenza quando i ritmi si alzano. Prezioso comunque perché regala a Kouan la palla che sblocca l’incontro. Dal 68’ Ferrarini 5.5 - Fatica a calarsi nei ritmi del match e ad incidere sulla manovra.

Kouan 7 - Un’incornata potente e precisa gli vale il secondo gol in campionato, denso di emozione. Si sacrifica in mezzo al campo in un pomeriggio di grande intensità. Dal 79’ Santoro SV.

Lisi 6.5 - Accelera in continuazione sulla corsia di competenza, regalando sempre un’alternativa per lo sviluppo del gioco alla squadra. Dall’80’ Rosi SV.

De Luca 4.5 - Macchia il suo pomeriggio con l’errore dal dischetto ad inizio match. Porta con sé il peso per l’episodio che condiziona la sua gara.

Matos 5.5 - Primo tempo ricco di guizzi e spunti, cala vertiginosamente nella ripresa e la squadra ne risente. Dall’87’ Murano SV.

Massimiliano Alvini 5.5 - L’approccio alla gara dei suoi è sicuramente quello giusto anche grazie alla grande spinta del pubblico del Curi. Nella ripresa i ritmi si abbassano e dalla panchina forse un po’ in ritardo prova inutilmente a rimescolare le carte per dare linfa alla squadra.