Al lavoro per il Drive In a Perugia... "Ma si aspettano indicazioni del Governo e non è ancora fissata l'inaugurazione"

02.05.2020 17:01 di Redazione Perugia24.net   Vedi letture
Fonte: Antonello Menconi
Al lavoro per il Drive In a Perugia... "Ma si aspettano indicazioni del Governo e non è ancora fissata l'inaugurazione"

Slitta il progetto del Drive In a Perugia. Dopo aver annunciato (a questo LINK) l'avvio del progetto “Il cinema all’aperto ai tempi del Covid-19” in programma dal primo giugno al 30 settembre con presentazione l'8 maggio in diretta su Rai Uno durante la premiazione della 65esima edizione dei David di Donatello, il presidente di Lagodarte e vicepresidente regionale di Anec, Piero Sacco si presta a precisare oggi che il progetto è ancora in costruzione, sulla base di una proposta di professionisti del settore cinematografico umbro i cui tempi e modalità organizzative sono ancora aperti, di auspicabile ma non certa realizzazione". Di fatto, pur avendo annunciato nei giorni scorsi con la stessa data l'apertura di una serie di arene in varie città dell'Umbria e del Drive In a Perugia, sottolinea, con la finalità di far chiarezza, che "per quello che riguarda Anec, nessuna inaugurazione di un “Drive in” a Perugia è fissata per il primo giugno. L’Anec Umbria si muove in linea con l'associazione nazionale che sta lavorando ad un progetto per la ripartenza del cinema su grande schermo. L’obiettivo finale è la riapertura delle sale cinematografiche al chiuso e una graduale ripresa della normalità. Ad oggi non sappiamo quando potrà succedere e aspettiamo indicazioni dal comitato scientifico e dal Governo per poter capire dove si può collocare un orizzonte temporale e le precise modalità di apertura. In attesa e sempre rispettosi delle indicazioni che verranno impartite, la nostra iniziativa, di cui si è annunciata solo la proposta ovvero la messa in rete e l'implementazione delle arene all'aperto nella nostra regione, è solo un primo passo, in sintonia con l'impegno dell'associazione nazionale, per una prima fase di ripartenza grazie ai luoghi all’aperto, primo momento di riavvicinamento del pubblico al cinema. Gli spazi all’aperto possono senz’altro costituire un luogo più sostenibile in questa prima fase, in funzione del futuro ritorno in sala. La nostra associazione si è mossa presto, anticipando anche l'uscita della normativa, con il fine di coinvolgere preventivamente i propri associati e gli enti locali chiamati a contribuire alla auspicabile e possibile ripartenza nel periodo estivo, in attesa delle decisioni del Governo su tempi e modi. Il messaggio che vogliamo dare agli enti locali è di affidarsi a professionisti del settore, imprese che operano da anni nel territorio, ora ferme, che si offrono come punto di riferimento per il miglior risultato di questa possibile fase".